Aria. Forma strofica tipica della musica vocale, con accompagnamento strumentale. Specialmente legata al canto solistico e nel teatro, all'oratorio e alla cantata, svolge una funzione lirica, d'estrinsecazione affettiva o meditativa, contrapposta pertanto al recitativo. Anche se coltivata in forme diverse (in una o pi¨ sezioni e perci˛ monopartita, bipartita, tripartita, con o senza da capo o ripresa, in forma di rond˛, ecc.), l'aria presenta requisiti di vocalitÓ, di melodicitÓ e di relazione con il testo poetico, sempre ben individuati. Tali requisiti si ritrovano anche nelle forme derivate, in uso nel Sette-Ottocento (cavatina, cabaletta, romanza). Con "aria" si indicano talvolta brani strumentali dal carattere spiccatamente melodico.


Repertorio di Musica Sinfonica, a cura di Pietro Santi,
Giunti Gruppo Editoriale, Firenze, 2001