Glossario



Wachet auf, ruft uns die Stimme, BWV 645

Corale in mi bemolle maggiore per organo, n. 1 degli Schübler-Choräle

Musica:
Johann Sebastian Bach
Melodia: Philipp Nicolai
Organico: organo
Composizione: 1747 circa
Edizione: Schübler, Zella, 1748 circa

Utilizza il Corale n. 4 della Cantata BWV 140

Guida all'ascolto (nota 1)

Sechs Chorale von verschiedener Art (Sei corali di diversa maniera) è l'intestazione del fascicolo che l'editore Schübler pubblicò a Zella, in Turingia, intorno al 1746. Comunemente, la raccolta è nota appunto come Schübler-Chorale (I corali di Schübler) e si basa non su elaborazioni originali, ma sulla trascrizione di arie o duetti di cantate bachiane che risalgono per lo più alla seconda metà degli anni Venti del Settecento. L'editore è lo stesso che, nel 1747, avrebbe dato alle stampe L'offerta musicale, ed è probabile che a lui si debba un'iniziativa che per un autore come Bach, pochissimo pubblicato mentre era in vita, doveva comunque rivestire un interesse soltanto sporadico. Il frontespizio dell'edizione conferma, d'altra parte, che questa stessa edizione non avrebbe avuto una larghissima diffusione, laddove precisa: «la si può trovare a Lipsia dal signor Maestro di cappella Bach, presso i suoi signori figli a Berlino e a Halle, e presso l'editore, a Zella».

Gli arrangiamenti per organo, in questo caso, non introducono variazioni di rilievo al testo musicale delle cantate, limitandosi a elaborare i temi di corale in una forma che ne conserva integra la melodia portante. Solo l'ornamentazione è leggermente ritoccata, anche grazie a un uso accorto della pedaliera.

Il corale organistico Wachet auf, ruft uns die Stimme BWV 645 trae dall'omonima cantata (BWV 140) in realtà il secondo corale, o per meglio dire la seconda strofa del corale principale, sulle parole «Zion hört die Wächter singen». Bach rispetta alle lettera il dettato dei «sei corali di diversa maniera», dando a ciascuno una condotta formale differente. In questo prevale il principio dell'aria con accompagnamento obbligato, con il cantus firmus del corale contrappuntato da una seconda melodia.

Stefano Catucci


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia Filarmonica Romana,
Roma, Basilica di Santa Maria degli Angeli, 17 maggio 2000

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 15 febbraio 2015
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.