Glossario



Fuga in sol minore, BWV 578

Musica: Johann Sebastian Bach
Organico: organo
Composizione: 1707 circa
Edizione: Breitkopf & Härtel, Lipsia, 1821

Guida all'ascolto (nota 1)

Di questa Fuga Fernando Germani scrive: «Fluidità contrappuntistica, scorrevolezza melodica, interessante dal punto di vista analitico, piacevole ad ascoltarsi: queste sono alcune delle qualità particolari di questa Fuga... L'esposizione è fatta nel modo classico ed è seguita dalla controesposizione. Il soggetto riprende poi al relativo maggiore e prosegue alla tonalità del quarto grado (do minore). Brevi dialoghi riconducono il discorso musicale al tono principale dove - a guisa di stretto - un elemento ritmico viene imitato con entrate successive all'ottava, preludendo cosi all'ultima ripresa del tema al pedale. Dopo una brevissima cadenza il pezzo conclude in maggiore».


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia di Santa Cecilia,
Roma, Basilica di Massenzio, 22 luglio 1966

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 8 febbraio 2015
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.