Glossario



6 Variazioni in fa maggiore per arpa su un canto svizzero, WoO 64

Musica: Ludwig van Beethoven
Organico: arpa (o pianoforte)
Composizione: 1790 - 1792
Edizione: Simrock, Bonn 1798

Guida all'ascolto 1 (nota 1)

Beethoven è presente nel programma odierno con una breve pagina, l'unico suo lavoro per arpa, della durata di poco più di 5 minuti. L'autografo della composizione conservato al British Museum reca il titolo seguente: Sei variazioni di un'aria svizzera per arpa o fortepiano. Stampato nel 1798 a Vienna e a Bonn il pezzo ha avuto recentemente una larga diffusione nelle sale concertistiche per merito di Nicanor Zabadeta, che ne ha curata una revisione. Al tema iniziale (Andante con moto) seguono le variazioni I e II nello stesso tempo, e poi rispettivamente la III con l'indicazione Poco sostenuto, la IV (Tempo I un poco animato) e la V (Poco più tranquillo) e la VI (Con fuoco). Quello che conta in questa pagina poco conosciuta del grande artista tedesco è il gioco, abilissimo delle variazioni, una forma del comporre in cui Beethoven raggiunse altezze insuperabili.

Guida all'ascolto 2 (nota 2)

Le Variazioni su un tema svizzero di Beethoven costituiscono l'unico lavoro che egli scrisse per arpa sola. Esse furono pubblicate nel 1798 in doppia edizione: presso Witzendorf a Vienna e presso Simrock a Bonn. Una copia di quest'ultima edizione si è trovata in un fondo di libri del British Museum di landra. Il suo titolo esatto suona testualmente: « Six Variatìom faciles d'un Air Suisse pour la Harpe ou le Forte-Piano».

Il tema, dal carattere popolaresco, presenta una curiosa asimmetria strutturale, essendo composto da ùndici battute di quattro quarti. Le sei variazioni si configurano ugualmente come frasi di undici battute. Solo nella terza otto battute vengono ripetute, mentre l'ultima viene seguita da una Coda di tre battute. Nel suo insieme l'intero lavoro serba il carattere aforistico del tema. Si tratta di Variazioni prettamente ornamentali che lasciano inalterato il profilo melodico e la conformazione armonica del tema, modificandone più che altro il contesto e contrappuntandolo con figure ritmicamente differenziate. Il Tema e le Variazioni sono scritte in fa maggiore; salvo la Terza Variazione che sta in fa minore.

Giorgio Graziosi


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia di Santa Cecilia;
Roma, Auditorio di Via della Conciliazione, 12 Novembre 1982
(2) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia Filarmonica Romana
Roma, Teatro Eliseo, 14 gennaio 1960

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 2 luglio 2016
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.