Glossario



Dlja beregov otchizny dal'noj (Per le rive della patria lontana)

Musica: Alexandr Borodin
Testo: Aleksandr Sergeyevich Pushkin
Organico: voce, pianoforte
Composizione: 1881

Testo (nota 1)

Per far ritorno alle rive della patria lontana
Hai abbandonato la terra straniera;
In quel momento inobliabile, in quel momento doloroso
Ho pianto a lungo innanzi a te.
Le mie fredde mani
Cercavano di trattenerti;
I miei gemiti supplicavano di interrompere
I tormenti di una terribile separazione.
Ma tu hai allontanato le labbra
Dall'amaro bacio;
Dalla terra del cupo esilio
Mi hai chiamato in un altro paese.
Dicevi: "Quando ci rivedremo
Sotto un cielo eternamente azzurro,
All'ombra degli ulivi ci scambieremo ancora,
Amico mio, baci d'amore".
Ma laggiù, ahimè, dove la volta celeste
Riluce di azzurro splendore,
Dove le acque si chetano sotto gli scogli,
Ti sei addormentata nell'ultimo sonno.
La tua bellezza, i tuoi affanni
Sono scomparsi nell'urna sepolcrale,
Assieme al bacio promesso per il nostro incontro:
Ma io ancora lo attendo!

(1) Testo tratto dal programma di sala del concerto dell'Accademia Filarmonica Romana,
Roma, Teatro Olimpico, 20 gennaio 1990

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 23 luglio 2013
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.