Glossario



Abendständchen (Serenata notturna), gesäng per coro a cappella, op. 42 n. 1

Musica: Johannes Brahms
Testo: Clemens von Brentano
Organico: coro misto senza accompagnamento
Composizione: 1859 - 1861
Prima esecuzione: Vienna, Musikvereinsaal "Zum roten Ingel", 17 aprile 1864
Edizione: A. Cranz, Amburgo, 1868

Testo (nota 1)

ABENDSTÄNDCHEN

Hör, es klagt die Flöte wieder,
Und die kühlen Brunnen rauschen,
Golden wehn die Töne nieder,
Stille, lass uns lauschen!
Holdes Bitten, mild Verlangen,
Wie es süss zum Herzen spricht!
Durch die Nacht die mich umfangen,
Blickt zu mir der Töne Licht. 
SERENATA

Ascolta! suona il flauto con voce lamentosa,
le sorgenti fresche mormorano,
nell'aria dorata si sentono suoni,
taci, lasciaci ascoltare!
La preghiera propizia, il mite desiderio
con quanta dolcezza parla al mio cuore!
Nella notte che mi imprigiona
risplende la luce carica di suoni.


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia di Santa Cecilia;
Roma, Auditorio di via della Conciliazione, 20 ottobre 2000

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 1 marzo 2013
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.