Glossario



Mondenschein (Chiaro di luna), op. 85 n. 2

lied per voce e pianoforte

Musica:
Johannes Brahms
Testo: Einrich Heine
Organico: voce, pianoforte
Composizione: 1778 - 1882
Edizione: Simrock, Berlino, 1882

Testo (nota 1)

MONDENSCHEIN

Nacht liegt auf den fremden Wegen,
Krankes Herz und müde Glieder; -
Ach, da fliesst, wie stiller Segen,
Süsser Mond, dein Licht hernieder.

Süsser Mond, mit deinen Strahlen
Schleuchest du das nacht'ge Grauen;
Es zerrinnen meine Qualen,
Und die Augen übertauen.
CHIARO DI LUNA

La notte si distende sulle strade sconosciute,
sul cuore malato e le membra stanche;
Ah, ecco fluttuare, come una benedizione silenziosa,
o luna dolcissima, il tuo raggio quaggiù.

O luna dolcissima, con i tuoi raggi
disperdi il grigiore notturno;
dileguano i miei affanni,
e gli occhi si inumidiscono.


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia di Santa Cecilia;
Roma, Auditorio di via della Conciliazione, 4 gennaio 1991

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 2 novembre 2013
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.