Glossario



Serenada Don Zuana (Serenata di Don Giovanni), op. 38 n. 1

per baritono e pianoforte

Musica:
Petr Ilic Cajkovskij
Testo: Aleksej Konstantinovic Tolstoj
Organico: baritono, pianoforte
Composizione: Clarens, 23 febbraio - Kamenka, 8 giugno 1878
Edizione: Jurgenson, Mosca, 1878
Dedica: Anatolij Il'ic Cajkovskij

Guida all'ascolto (nota 1)

Come tutta l'opera 38 questa Romanza, iniziata durante il soggiorno fiorentino, come la precedente Era all'inizio della primavera, è dedicata ad uno dei fratelli del compositore, Anatolij Il'ic. Il testo di Tolstoj è notevolmente modificato: da Clarens, in Svizzera, il compositore scrive alla von Meck ringraziandola per la poesia di Tolstoj da lei segnalata e promette di trasformarla in una Romanza.

Scritta nella semplice forma di canzone, con due ritornelli, questa brillante Romanza crea un clima spagnolo sia nella asimmetria della parte del pianoforte (che procede con le figure a 4 con le acciaccature contro il ritmo ternario, imitando il pizzicato di chitarra), sia nella passionalità del canto scandito in ritmo regolare. Nel "meno mosso" che conclude la parte iniziale del solista, l'accompagnamento diventa, in un altro modo, simile allo strumento a corde pizzicate, cioè con gli arpeggi. L'introduzione brillante del pianoforte viene usata tre volte in tutto, due volte come preludio e alla fine come postludio.

Valerij Vosfcobojnikov

Testo

Si spengono i contorni della lontana Alpuchara,
esci al suono invitante della chitarra,
o mia cara!
Chiunque affermasse che
un'altra può essere paragonata a te
lo sfido al mortal duello!
La luce lunare colora la volta del cielo;
esci, Niseta, oh, esci Niseta
al più presto sul balcone!
Da Siviglia a Granada
si sentono nel silenzio della notte
i suoni delle serenate
ed il battere delle spade.
Per le belle dame
scorrono molte canzoni e
tanto sangue.
Io per quella che è più bella di tutte
darò sia la mia canzone, che il mio sangue!
La luce lunare colora la volta del cielo;
esci, Niseta, oh, esci Niseta
al più presto sul balcone!


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia,
Roma, Auditorio di via della Conciliazione, 4 ottobre 1996

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 25 febbraio 2016
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.