Glossario



Se avessi saputo, op. 47 n. 1

per soprano e pianoforte

Musica:
Petr Ilic Cajkovskij
Testo: Aleksej Konstantinovich Tolstoj
Organico: soprano, pianoforte
Composizione: luglio - agosto 1880
Edizione: Jurgenson, Mosca, 1881
Dedica: Aleksandra Vladimirovna Panaeva-Kartsova

Testo (nota 1)

Se avessi saputo,
non avrei guardato dalla finestrella,
e osservato il giovane ragazzo coraggioso,
quando pass˛ per la nostra strada,
il berretto di traverso sulla testa,
e quando fece impennare il suo bel cavallo veloce,
dalla chioma lunga,
sotto la mia finestra.
Se avessi saputo,
non mi sarei fatta bella per lui,
e intrecciato il nastro rosso col bordo d'oro
nella mia lunga treccia,
non mi sarei alzata prima dello spuntare del giorno,
per correre alla finestra,
e non mi sarei bagnata i piedi nella rugiada mattutina,
nÚ avrei guardato quella strada di campagna
per vedere se lÓ egli cavalcava,
sulla mano il falco dal piumaggio variopinto.
Se avessi saputo,
non me ne sarei stata
triste sulla collina a tarda Sera,
ad aspettare ed a pensare
che passasse il mio amato,
per abbeverare il suo cavallo con l'acqua fresca...
Se avessi saputo.


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia,
Roma, Auditorio di via della Conciliazione, 4 aprile 1979

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietÓ delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione pu˛ essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 19 aprile 2014
html validator  css validator


Questo testo Ŕ stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it ed Ŕ utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietÓ delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione pu˛ essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.