Glossario



Valzer in mi minore

Musica: Fryderyk Chopin
Organico: pianoforte
Composizione: 1830
Edizione: Schott, Magonza, 1868

Guida all'ascolto (nota 1)

Danza internazionale per eccellenza, il valzer verso il 1830 guidava le gioie di ogni salone europeo. La critica ha visto nei valzer di Chopin un cedimento al gusto di moda. Ma fra Schubert e Strauss nessun valzer è rimasto nella memoria ad eccezione di quelli di Chopin. Ed anche nei valzer più legati allo spirito della danza, Chopin dà alla sequenza dei couplets una nuova dimensione formale, sia essa il gesto concertistico, o quello del racconto di una avventura del gran mondo borghese. Il valzer in mi minore, composto intorno al 1830, è fra tutti quello più collegato al concertismo da salone. L'equilibrio degli effetti è impeccabile. Una musica funzionale, estremamente pianistica, offerta a diversi jeux de finesse interpretativi, rimasti memorabili nelle esecuzioni di Arturo Benedetti Michelangeli.

Gioacchino Lanza Tomasi


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia Filarmonica Romana,
Roma, Teatro Olimpico, 5 maggio 1976

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 19 novembre 2015
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.