Glossario



Ballade slave per pianoforte

Musica: Claude Debussy
Organico: pianoforte
Composizione: 1890
Edizione: Choudens, Parigi, 1891 (1903 col titolo Ballade)
Dedica: Mme Philippe Hottinger

Guida all'ascolto (nota 1)

Al 1890 risale la composizione della Ballade slave, pubblicata col semplice titolo di Ballade nel 1903; è una pagina romantica e trasognata, caratterizzata da un tema principale che si presenta dapprima timidamente, con esitante riluttanza, ma poi si afferma e si espande con sicurezza. Nella seconda parte appare un motivo inquieto esposto dapprima in tonalità minore, poi ripreso con grande intensità emotiva in maggiore; nel finale riascoltiamo il tema principale nel registro acuto del pianoforte, quasi una reminiscenza dolcissima e lontana che diventa cullante ninnananna nelle ultime note in pianissimo.

Alessandro De Bei


(1) Testo tratto dal libretto inserito nel CD allegato al n. 266 della rivista Amadeus

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 10 maggio 2012







html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.