Glossario



Pavane in re maggiore, op. 50

per orchestra con coro ad libitum

Musica:
Gabriel Fauré
Testo: R. de Montesquiou
Organico: coro misto, 2 flauti, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 fagotti, 2 corni, archi
Composizione: 1887
Prima esecuzione: Parigi, Société Nationale de Musique, 26 marzo 1888
Edizione: Hamelle, Parigi, 1889

Guida all'ascolto (nota 1)

Gabriel Paure è un musicista raffinato, un poeta dal tono sommesso, che alla luminosità preferisce la penombra, alla dovizia la castigatezza e la purezza dei mezzi espressivi. Il suo linguaggio si è andato man mano raffinando per i nuovi valori di un'armonistica interessata alla modalità ed eserciterà il suo ascendente sul giovane Ravel, discepolo di Fauré. Fra le sue composizioni durevoli occupano un posto particolarmente importante il Requiem, di un'avvincente serenità Spirituale, l'opera teatrale Penelope, con cui s'inizia la fase più intimamente personale del musicista, le raccolte delle Barcarole e dei Notturni per pianoforte, le ultime raccolte per canto e pianoforte, il Quintetto con pianoforte e il luminoso Quartetto d'archi, due opere eminemti codeste del moderno repertorio cameristico francese. La Pavana è una pagina minore del Maestro. Scritta nel 1877, nel periodo di composizione del Requiem, si conquistò in Francia un pronto consenso per la suasiva cantabìlità, tanto che oltre alla versione per orchestra l'autore ne pubblicò una per pianoforte e un'altra per coro e orchestra.

Vito Levi


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia di Santa Cecilia,
Roma, Auditorio di Via della Conciliazione, 31 gennaio 1971

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 8 marzo 2013
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.