Glossario



Langs ei (Lungo il ruscello), op. 33 n. 5

per voce e pianoforte

Musica: Edvard Grieg
Testo: Aasmund Olavsson Vinje
Organico: voce, pianoforte
Composizione: 1877
Edizione: Peters, Lipsia, 1881

Testo (nota 1)

Du skog! som byer deg imot
og kysser denne svarte ,
som grever av di hjarterot
og ned i fanget vil deg f.

Lik deg eg mang ein munde sj
og allerhelst i livsens vr,
at han den handi kyste p,
som slog hans verste hjartesr.
O foresta che ti inchini
e abbracci questo ruscello nero,
che scava nel tuo cuore
e vorrebbe trascinarti nel suo seno!

Come te, ho visto tante cose,
e soprattutto nella primavera della vita
un uomo che baciava la stessa mano
che gli infliggeva la ferita mortale al cuore.


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia Filarmonica Romana,
Roma, Teatro Olimpico, 26 marzo 1996

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di propriet delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione pu essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 2 novembre 2014
html validator  css validator


Questo testo stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it ed utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di propriet delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione pu essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.