Glossario
Testo del libretto



Amadigi di Gaula, HWV 11

Opera seria in tre atti

Musica: Georg Friedrich Händel
Libretto: Giacomo Rossi o Nicola Fr. Haym, da Amadis de Grèce di Antoine Houdar de la Motte

Ruoli:

Organico: 2 flauti, 2 oboi, fagotto, tromba, 3 violini, viola, basso continuo
Composizione: 1715
Prima rappresentazione: Londra, King's Theatre, 25 maggio 1715
Edizione: J. Walsh, Londra, 1732

Struttura musicale

Ouverture - Largo (do minore). Allegro (sol minore). Largo (do minore) - 2 oboi, fagotto, 2 violini, viola, basso continuo
Gavotta - Allegro (do minore) - 2 oboi, fagotto, 2 violini, viola, basso continuo
Atto I:
Scena I:
Or che di negro ammanto - Recitativo per Amadigi, Dardano e basso continuo
  1. Pugnerò contro del fato - Presto (sol minore) - Aria per Dardano, 2 violini e basso continuo
Scena II:
  1. Oh notte! oh cara notte - Recitativo accompagnato per Amadigi, 2 violini. viola e basso continuo
  2. Notte amica dei riposi - Largo (sol minore). Allegro (fa maggiore - sol minore) - Aria per Amadigi, 2 oboi, 2 violini, viola e basso continuo
    Ch'impedito è ogni passo - Recitativo per Amadigi e basso continuo
Scena III:
E tu cerchi fuggir? - Recitativo per Melissa, Amadigi e basso continuo
  1. Non sa temere questo mio petto - Allegro (si bemolle maggiore) - Aria per Amadigi, 2 oboi, 2 violini e basso continuo
Scena IV:
Il crudel m'abbandona, e mi detesta - Recitativo per Melissa e basso continuo
  1. Ah! spietato! - Largo (mi minore). Allegro - Aria per Melissa 2 oboi, 2 violini, viola e basso continuo
Scena V:
Risveglian queste fiamme - Recitativo per Amadigi, Dardano e basso continuo
  1. Vado, corro al mio tesoro - Allegro (si bemolle maggiore) - Aria per Amadigi, 2 violini e basso continuo
Scena VI:
Deh! ferma, oh Dio! - Recitativo per Dardano e basso continuo
  1. Agitato il cor mi sento - Allegro (sol Minore) - Aria per Dardano, 2 oboi, 2 violini e basso continuo
  2. Sinfonia - Largo (fa magiore). Allegro - 2 oboi, 2 violini, viola e basso continuo
Scena VII:
Cieli, che fia? - Reciativo per Oriana, Amadigi e basso continuo
  1. Gioie, venite in sen - Larghetto (mi bemolle maggiore) - Aria (Siciliana) per Oriana, 2 violini, viola e basso continuo
    In questo istante io provo - Recitativo per Amadigi, Oriana e basso continuo
  2. È si dolce il mio contento - Allegro (la maggiore) - Aria per Amadigi, 2 oboi, 2 violini, viola e basso continuo
    Andiamo ora, mio ben - Recitativo per Oriana, Amadigi e basso continuo
  3. Oh caro mio tesor, deh! presto torna a me - Largo e staccato (si bemolle maggiore) - Aria per Oriana, 2 oboi, 2 violini, viola e basso continuo
Scena VIII:
Cieli! Numi! che miro? - Reciativo per Amadigi, Dardano, Melissa e basso continuo
  1. Io godo, scherzo e rido - Allegro (si bemolle maggiore) - Aria per Melissa, 2 oboi, 2 violini, viola e basso continuo
Scena IX:
Ferma, deh! ferma, oh Dio! - Recitativo per Amadigi e basso continuo
  1. O rendetemi il mio bene - Largo e staccato (sol minore) - Aria per Amadigi, 2 violini e basso continuo

Atto II:
Scena I:
Io ramingo men vado - Recitativo per Amadigi e basso continuo
  1. Sussurrate, onde vezzose - Largo (fa maggiore) - Aria per Amadigi, 2 flauti dolci, 2 violini, viola e basso continuo
    Numi! che veggio? io manco - Recitativo per Amadigi e basso continuo
Scena II:
Svenne Amadigi - Recitativo per Melissa e basso continuo
Scena III:
Cieli! che sara mai? - Recitativo per Oriana e basso continuo
  1. S'estinto è l'idol mio - Largo (fa minore) - Aria per Oriana, 2 oboi, 2 violini, viola e basso continuo
    Ma, qual scampo al mio affanno? - Recitativo per Oriana, Amadigi e basso continuo
  2. T'amai, quant'il mio cor gia seppe amarti - Adagio (fa maggiore). Presto - Aria per Amadigi, 2 violini, viola e basso continuo
    Chi mai creduto avria - Recitativo per Oriana, Amadigi e basso continuo
  3. Ti pentirai, crudel, d'avermi offesa - Allegro (do minore) - Aria per Oriana, 2 oboi, 2 violini e basso continuo
Scena IV:
Dunque colei, da cui speravo ogni conforto - Recitativo per Amadigi, Melissa e basso continuo
  1. Crudel, tu non farai - Allegro (si bemolle maggiore) - Duetto per Melissa, Amadigi, 2 oboi, 2 violini, viola e basso continuo
Scena V:
D'un sventurato amante - Recitativo per Dardano e basso continuo
  1. Pena tiranna io sento al core - (fa maggiore) - Aria per Dardano, 2 oboi, fagotto, 3 violini, viola e basso continuo
Scena VI:
Arresta, oh Prence! - Recitativo per Melissa, Dardano e basso continuo
  1. Se tu brami di godere  - Allegro (re minore) - Aria per Melissa. 2 oboi, 2 violini e basso continuo
Scena VII:
Ma, se questo non basta - Recitativo per Dardano e basso continuo
Scena VIII:
Amadigi, mio ben! - Recitativo per Oriana, Dardano e basso continuo
  1. Tu mia speranza, tu mio conforto - Allegro (la maggiore) - Aria per Dardano, 2 violini, viola e basso continuo
Ma qui il rival! - Recitativo per Dardano, Oriana e basso continuo
Scena IX:
Cieli! Numi! soccorso - Recitativo per Melissa, Oriana e basso continuo
  1. Ch'io lasci mai d'amare - Allegro (la maggiore) - Aria per Oriana, 2 violini, viola e basso continuo
Scena X:
Mi deride l'amante - Recitativo per Melissa e basso continuo
  1. Desterò dall'empia Dite - Allegro (re maggiore) - Aria per Melissa, 2 oboi, tromba, 2 violini, viola e basso continuo

Atto III:
Scena I:
Dove mi guida - Recitativo per Oriana e basso continuo
  1. Dolce vita del mio petto - Largo (la minore) - Aria per Oriana, 2 oboi, 2 violini, viola e basso continuo
Scena II:
Sento, né so che sia - Recitativo per Melissa e basso continuo
  1. Vanne lungi dal mio petto - Presto (si bemolle maggiore) - Aria per Melissa, 2 oboi, 2 violini, viola e basso continuo
Scena III:
Se t'offese Oriana - Recitativo per Oriana, Amadigi e basso continuo
  1. Cangia al fine il tuo rigore - Larghetto (sol minore) - Duetto per Oriana, 2 oboi, 2 violini, viola e basso continuo
No, no! ho gia risolto - Recitativo per Melissa e basso continuo
Scena IV:
  1. Han penetrato i detti tuoi l'inferno - Adagio e staccato (mi minore) - Recitativo accompagnato per Dardano, 2 violini, viola e basso continuo
Scena V:
Cieli! ingiusti e inclementi! - Recitativo per Melissa, Amadigi e basso continuo
  1. Addio, crudo Amadigi! - Largo (si bemolle maggiore) - Recitativo accompagnato per  Melissa, 2 violini, viola e basso continuo
Che orrore! - Recitativo per Oriana, Amadigi e basso continuo
  1. Sinfonia - Allegro (re maggiore) - tromba, 2 violini, viola e basso continuo
Scena VI:
Son finiti i tormenti - Recitativo per Orgando, Amadigi, Oriana e basso continuo
  1. Sento la gioia, ch'in sen mi brilla - Allegro (re maggiore) - Aria per Amadigi, oboe, tromba, 2 violini, viola e basso continuo
Godete omai felici - Recitativo per Orgando e basso continuo
  1. Godete, oh cori amanti - Allegro (sol minore) - Coro per Oriana, Amadagi, coro misto, 2 oboi, 2 violini, viola e basso continuo
  2. Balletto - Allegro (sol minore). Trio. Allegro - 2 oboi, 2 violini, viola e basso continuo (Trio: 2 oboi e fagotto)

Sinossi (nota 1)

Atto I
Amadigi, paladino, e Dardano, principe della Tracia, sono entrambi innamorati di Oriana, la figlia del re delle Isole Fortunate. Oriana nel suo cuore preferisce Amadigi. Attratta da Amadigi è anche la maga Melissa, che cerca di attirare il suo amore con vari incantesimi, suppliche e infine minacce. Amadigi affronta vari spiriti e furie, ma li respinge praticamente ad ogni turno. Una visione particolare alla "Fontana del Vero Amore", tuttavia, di Oriana che corteggia Dardano sconvolge Amadigi, al punto che sviene. Oriana vede Amadigi prostrato, e sta per pugnalare se stessa con la sua spada, quando si sveglia. Lui la rimprovera subito per il suo apparente tradimento e a sua volta cerca di pugnalare se stesso.

Atto II
Ancora vivo, Amadigi continua a resistere alle avances di Melissa. Melissa allora fa in modo che Dardano assomigli ad Amadigi, per ingannare Oriana. Oriana segue Dardano, col volto di Amadigi, per chiedere il suo perdono. Dardano esulta nell'attenzione di Oriana, e in un momento impulsivo, sfida Amadigi a singolar tenzone. Nel duello, Amadigi uccide Dardano. Melissa accusa Oriana di averle rubato Amadigi e invita gli spiriti oscuri ad aggredire Oriana, che resiste a tutti gli incantesimi di Melissa.

Atto III
Amadigi e Oriana sono stati imprigionati da Melissa. I due amanti sono disposti a sacrificarsi l'un per l'altro. Anche se desiderosa di vendetta, Melissa non può uccidere ancora Amadigi, ma lo tormenta prolungando il suo confinamento in catene. Amadigi e Oriana chiedono pietà a Melissa. Melissa evoca il fantasma di Dardano ad assisterla nella sua vendetta, ma il fantasma dice che gli dei sono predisposti per proteggere Amadigi e Oriana e che le loro sofferenze sono quasi terminate. Respinta a tutti i livelli, dagli dèi, dagli spiriti degli inferi e da Amadigi, Melissa si toglie la vita, con un ultimo appello ad Amadigi a sentire un minimo di pietà per lei. A guisa di un deus ex machina, Orgando, zio di Oriana e lui stesso uno stregone, scende dal cielo su un carro e benedice l'unione di Amadigi e Oriana. Una danza di pastori e pastorelle conclude l'opera.


(1) Testo e sinossi tratti da Wikipedia.org

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 5 luglio 2017
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.