Glossario



Concerto grosso in fa maggiore, op. 3 n. 4, HWV 315

Musica: Georg Friedrich Händel
  1. Andante. Allegro. Lentement (fa maggiore)
  2. Andante (fa maggiore)
  3. Allegro (re minore)
  4. Minuetto alternativo (fa maggiore)
Organico: 2 oboi, fagotto, 2 violini, viola, basso continuo
Composizione: 1716
Prima esecuzione: Londra, King's Theatre, 20 giugno 1716
Edizione: J. Walsh, Londra, 1734

Guida all'ascolto (nota 1)

Il contesto socio-culturale per il quale Georg Friedrich Händel compose i suoi Concerti era completamente diverso rispetto alla situazione romana. Quando il grande musicista tedesco si stabilì a Londra, nel 1711, trovò una città nella quale almeno da tre decenni venivano organizzati regolari concerti pubblici a pagamento. Nella capitale inglese esistevano sale da concerto di varie dimensioni nelle quali alcune raccolte händeliane, come i Concerti op. 3, 4 e 7, erano regolarmente eseguite. Nella sua produzione concertistica Händel assimilò la grande lezione corelliana, che aveva avuto modo di conoscere durante il suo soggiorno romano, e che aveva già dato i suoi straordinari frutti nelle pagine strumentali di capolavori come gli oratori Il trionfo dei tempo e del disinganno (1707) e La resurrezione (1708).

La prima raccolta orchestrale pubblicata di lavori di Händel fu quella dei Concerti op. 3, realizzata dall'editore londinese Walsh nel 1734, che fu probabilmente responsabile dell'assemblaggio di vario materiale che il musicista aveva composto negli anni precedenti. Il Concerto op. 3 n. 4 è un'ouverture francese scritta per l'orchestra del teatro dell'opera di Londra; essa costituiva una sorta di seconda ouverture (probabilmente da eseguirsi all'inizio del secondo atto) per l'opera Amadigi. In questo caso ai due canonici tempi (Largo-Allegro) dell'ouverture francese vengono aggiunti ben tre movimenti: un grazioso Andante, un movimento dal carattere serio e un tempo di Minuetto finale.

Luca Della Libera


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia di Santa Cecilia,
Roma, Auditorium Parco della Musica, 11 gennaio 2013

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 18 febbraio 2015
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.