Glossario



Spande ancor a mio dispetto, HWV 165

Cantata per basso, archi e basso continuo

Musica:
Georg Friedrich Händel
Testo: autore ignoto
  1. Spande ancor a mio dispetto
    Aria in mi minore per basso, 2 violini e basso continuo
  2. O! che da fiere pene
    Recitativo per basso, 2 violini e basso continuo
  3. Da balza in balza se cade il fiume
    Aria in sol maggiore per basso, 2 violini e basso continuo
Organico: basso, 2 violini, basso continuo
Composizione: 1707 - 1708
Edizione: Deutsche Händelgesellschaft, Lipsia, 1889

Testo della cantata (nota 1)

Spande ancor a mio dispetto

N. 1 - Aria

Spande ancor a mio dispetto
nube densa, oscura e bruna
fiero nembo in faccia al sole.
E il mio cor che langue in petto
al rigor di sua fortuna
più s'affanna e più si duole.

N. 2 - Recitativo

Oh, che da fiere pene,
quasi da mostri orrendi
porto il cor lacerato;
freme il mare agitato,
più non son l'aure amene,
ma rabbioso ogni vento
corre le vie del cielo, e con oltraggio
toglie la verde chioma al pino, al faggio.
Precipitoso il fiume
cade di balza in balza,
e dove più s'innalza
da torrenti accresciuto al campo i fiori,
e l'innocente ovil toglie a' pastori.
uona l'etra e balena,
fulmina Giove irato,
e tenebroso il cielo,
cinto d'oscuro velo,
cuopre tutto d'orrore un disperato.

N. 3 - Aria

Da balza in balza
se cade il fiume,
da pena in pena
pur passa il cor.
E mai s'innalza
sopra le piume
di amor che frena
l'altrui dolor.


(1) Testo tratto dal libretto inserito nel CD allegato al n. 217 della rivista Amadeus

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 25 luglio 2017
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.