Glossario



Notturno n. 5 in do maggiore per due lire organizzate, Hob:II:29

Musica: Franz Joseph Haydn
  1. Allegro moderato (do maggiore)
  2. Andante cantabile (fa maggiore)
  3. Finale. Molto vivace (do maggiore)
Organico: 2 lire organizzate (oppure flauto e oboe), 2 clarinetti (oppure 2 violini), 2 corni, 2 viole, basso
Composizione: 1790
Edizione: Universal Edition, Vienna, 1931
Dedica: al re Ferdinando di Napoli

Nota: Le lire organizzate erano strumenti popolari napoletani dell' epoca (una specie di organetto che incorpora un organo in miniatura) di cui pare che nessun esemplare sia giunto fino a noi.

Guida all'ascolto (nota 1)

Haydn compose nel 1790 otto Notturni e li dedicò a Ferdinando IV, re di Napoli, che non solo era un amatore di musica, ma si dilettava a suonare uno strumento a corda chiamato lira, che in quel periodo era abbastanza diffuso e conosciuto. La lira si distingueva per un suono più profondo della viola e a carattere quasi organistico, così da imprimere alla composizione una varietà timbrica di piacevole effetto. Successivamente Haydn, in occasione della tournée a Londra promossa dal violinista Salomon, rielaborò lo strumentale dei Notturni e sostituì la lira con le parti del flauto e dell'oboe. Infatti la scrittura originale dei Notturni compredeva due lire, due clarinetti, due viole, due corni e un violoncello, mentre la revisione strumentale londinese prevedeva il flauto e l'oboe al posto della lira e due violini al posto dei clarinetti.

Il Notturno si articola in tre movimenti ricchi di spunti tematici e sviluppi armonici che recano inconfondibilmente la sigla di Haydn: dalla brillante melodia del flauto dell'Allegro iniziale al lirismo di raffinata concertazione settecentesca del secondo tempo e alla vivacità del sinfonismo cameristico dell'ultimo movimento con quel gioco tra il galante e l'ironico, rivelatore del gusto strumentale di classica purezza del musicista austriaco.


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia di Santa Cecilia,
Roma, Basilica di Massenzio, 16 luglio 1973

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 6 novembre 2013
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.