Glossario



Ein Fichtenbaum steht einsam (Un abete si erge solitario), S 309

per voce e pianoforte

Musica:
Franz Liszt
Testo: Heinrich Heine
Organico: voce, pianoforte
Composizione: 1845
Edizione: Breitkopf & Härtel, Lipsia, 1921

Testo (nota 1)

EIN FICHTENBAUM STEHT EINSAM

Ein Fichtenbaum steht einsam
Im Norden auf kahler Höh'.
Ihn schläfert; mit weisser Decke
Umhüllen ihn Eis und Schnee.
Er träumt von einer Palme,
Die, fern im Morgenland,
Einsam und schweigend trauert
Auf brennender Felsenwand.
UN ABETE SI ERGE SOLITARIO

Un abete si erge solitario
nel nord, su un'altura deserta.
Sonnecchia; di una bianca coperta
lo avvolgono gelo e neve.
Sogna una palma
che nel lontano oriente
solitaria e silenziosa si affligge
sulla bruciante parete rocciosa.


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia di Santa Cecilia,
Roma, Auditorio di via della Conciliazione, 30 maggio 1986

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 24 gennaio 2016
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.