Glossario



Scheiden und Meiden (Dividersi e partire)

lied per voce e pianoforte

Musica: Gustav Mahler
Testo: Ludwig Achim von Arnim e Clemens Brentano
Organico: voce, pianoforte
Composizione: 1888 - 1891
Prima esecuzione: Budapest, Magyar Királyi Operaház (Teatro Reale Ungherese dell'Opera), 13 novembre 1889
Edizione: Lieder und Gesänge, vol. II, Schott, Magonza, 1892

Testo (nota 1)

Scheiden und Meiden

Es ritten drei Reiter zum Thore hinaus!
Ade! Ade!
Fein's Liebchen, das schaute zum Fenster hinaus!
Ade! Ade! Ade!
und wenn es denn soll geschieden sein,
so reich' mir dein goldenes Ringelein!
Ade! Ade!
Ja, Scheiden und Meiden tut weh, tut weh!
Ade! Ade! Ade!
Es scheidet das Kind schon in der Wieg'! Ade! Ade!
Wann werd' ich mein Schätzel wohl kriegen?!
Ade! Ade!
Und ist es nicht morgen,
ach, war' es doch heut'!
Es machte uns Beiden wohl grosse Freud'!
Ade! Ade! Ade!
Je, Scheiden und Meiden tut weh, tut weh!
Ade!
Partire è un po' morire

Tre cavalieri cavalcavano fuori porta!
Addio! Addio!
L'amata a guardar dalla finestra si era sporta!
Addio! Addio! Addio!
E se proprio dobbiamo dirci addio,
dammi il tuo anellino d'oro!
Addio! Addio!
È triste, è triste lasciarsi e partire!
Addio! Addio! Addio!
Ci lascia il bimbo, ancora nella culla!
Addio! Addio!
Quando riavrò il mio tesoro?
Addio! Addio!
E se non è domani,
ah, possa essere oggi!
Che grande gioia per tutti e due!
Addio! Addio! Addio!
È triste, è triste lasciarsi e partire!
Addio!
(traduzione di Quirino Principe)


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia Filarmonica Romana,
Roma, Teatro Olimpico, 26 novembre 1992

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 20 giugno 2014
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.