Glossario



Giga

Versione per orchestra della Giga, op. 61 n. 3

Musica:
Giuseppe Martucci
Organico: 2 flauti, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 fagotti, 2 corni, 2 trombe, timpani, archi
Composizione: 1901
Prima esecuzione: Torino, Teatro Regio, 24 novembre 1901
Edizione: Ricordi, Milano, 1901

Guida all'ascolto (nota 1)

I vari aspetti dell'attività di Giuseppe Martucci - compositore, pianista, insegnante, direttore d'orchestra - si fusero armoniosamente in lui in un ideale superiore d'arte, ideale cui egli intese tenacemente e ardentemente, non curando i facili successi e superando non lievi difficoltà.

Le sue composizioni - due sinfonie, un concerto per pianoforte e orche-stra, molta musica da camera - gli danno un posto d'onore fra i pochissimi autori italiani che, in un tempo in cui in Italia dominava, si può dire esclusivamente, la musica melodrammatica, coltivarono con delicatezza d'ispirazione e austerità di intendimenti quella strumentale. Ricordiamo ancora che spettò al Martucci di dirigere il concerto inaugurale dell'Augusteo, quando il grande Anfiteatro venne per la prima volta aperto al culto della sinfonia, nel febbraio del 1908.

La Giga, che viene oggi eseguita, e costituisce una novità per l'Augusteo, è una breve pagina per piccola orchestra, rnirabile per la freschezza e la grazia dell'ispirazione, non meno che per la perfezione e l'eleganza dello strumentale. Occorre appena ricordare che Giga è il nome di un'antica danza dal movimento vivace, di origine italiana.


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia di Santa Cecilia,
Roma, Augusteo, 8 febbraio 1925

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 3 marzo 2016
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.