Glossario



Frühlingslied (Canzone di primavera), op. 47 n. 3 (MWV K101)

Lied in si bemolle maggiore per voce e pianoforte

Musica:
Felix Mendelssohn-Bartholdy
Testo: Nikolaus Lenau
Organico: voce, pianoforte
Composizione: Lipsia 17 aprile 1839
Edizione: Breitkopf & Härtel, Lipsia, s. a.
Dedica: Costanze Schleinitz

Testo (nota 1)

Frühlingslied
 
Durch den Wald, den dunkeln,
Geht holde Frühlingsmorgenstunde,
Durch den Wald vom Himmel weht
Eine leise Liebeskunde.

Selig lauscht der grüne Baum,
Und er taucht mit allen Zweigen
In den schönen Frühlingstraum,
In den vollen Lebensreigen.

Blüht ein Blümchen irgendwo,
Wird's vom hellen Tau getränket,
Das Versteckte zittert froh,
Daß der Himmel sein gedenket.

In geheimer Laubesnacht
Wird des Vogels Herz getroffen
Von der Liebe Zaubermacht,
Und er singt ein süßes Hoffen.
Canzone di primavera

È primavera, per l'oscuro bosco
Va col suo incanto l'ora mattutina,
E per il bosco scende giù dal cielo
Una sommessa novella d'amore.

Ascoltano beati i verdi alberi
E si immergono allor con tutti i rami
Nel bel sogno che ancora si rinnova,
Nel pieno girotondo della vita.

Un fiorellino sboccia, chissà dove,
da limpida rugiada dissetato,
Tremano allegre le fronde nascoste,
Che il ciel lassù di loro si ricordi.

Di notte, in un segreto pergolato,
Il cuor di un usignolo vien toccato
Dalla magica forza dell'amore,
E di dolce speranza un canto sgorga.
(Traduzione di M. Giani)


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto del Maggio Musicale Fiorentino,
Firenze, Teatro della Pergola, 10 giugno 1988

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 12 giugno 2016

html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.