Mendelssohn - Des Mädchens Klage, WoO 23

Des Mädchens Klage (Lamento di una fanciulla), WoO 23 (MWV K25)

Romanza in si minore per voce e pianoforte

Musica: Felix Mendelssohn-Bartholdy (1809 - 1847)
Testo: Friedrich von Schiller Organico: voce, pianoforte
Composizione: 1835 circa
Edizione: Schuberth & Co., Lipsia, s. a.
Testo (nota 1)

Des Mädchens Klage

Der Eichwald brauset, die Wolken ziehn,
das Mägdlein sitzt an Ufers Grün,
es bricht sich die Welle mit Macht,
mit Macht;
und sie seufzt hinaus in die finstre Nacht,
das Auge vom Weinen,
vom Weinen getrübet:
«Das Herz ist gestorben, die Welt ist leer,
Und weiter giebt sie dem Wunsch nichts mehr.
Du Heilige, rufe, rufe dein Kind zurück,
ich habe genossen das irdische Glück,
ich habe gelebt und geliebet,
ich habe genossen das irdische Glück!»
Lamento di una fanciulla

Mormora il querceto, nubi passano,
Sta sulla verde sponda una fanciulla,
l'onda si frange impetuosa,
impetuosa;
nel buio della notte ella sospira,
gli occhi dal pianto,
dal pianto velati:
«Morto è il mio cuore, e il mondo è deserto,
nessun voto ormai più si esaudirà.
Oh, Santo, chiama a te la tua creatura,
le gioie terrene ho goduto,
ho vissuto ed amato,
le gioie terrene ho goduto!»
(Traduzione di M. Giani)

(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto del Maggio Musicale Fiorentino,
Firenze, Teatro della Pergola, 10 giugno 1988


I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.


Ultimo aggiornamento 12 giugno 2016