Glossario



Presso un fiume tranquillo, SV 116

dialogo a 7 voci col basso continuo concertato

Musica:
Claudio Monteverdi
Testo: Giovan Battista Marino
Organico: 7 voci, basso continuo concertato
Edizione: in Il Sesto Libro de Madrigali, Ricciardo Amadino, Venezia, 1614

Testo (nota 1)

Presso un fiume tranquillo
Dialogo a 7 concertato

Presso un fiume tranquillo
disse a Filena Eurillo:
"Quante son queste arene
tante son le mie pene,
e quante son quell'onde
tante ho per te nel cor piaghe profonde".

Rispose d'amor piena
ad Eurillo Filena:
"Quante la terra ha foglie
Tante son le mie doglie
E quante il cielo ha stelle
Tante ho per te nel cor vive fiammelle ".

Dunque con lieto core
soggiunse indi il pastore:
"Quanti ha l'aria augelletti
siano i nostri diletti
E quant'hai tu bellezze
Tante in noi versi amor care dolcezze ".

Sì, sì con voglie accese
l'uno e l'altro riprese:
"Facciam, concordi amanti,
pari le gioie ai pianti,
a le guerre le paci:
sefur mille i martir, sien mille i baci".

(Sesto Libro de Madrigali)


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia Filarmonica Romana,
Roma, Palazzo Pamphilj, 14 maggio 2006

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 6 dicembre 2015
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.