Glossario
Guida all'ascolto



Vespro della Beata Vergine da concerto composto sopra canti fermi sex vocibus et sex instrumentis, SV 206

Testo della cantata (nota 1)

N. 1 - DEUS IN ADJUTORIUM
(sex vocibus et sex instrumentis)
Deus in adjutorium meum intende.
Domine ad adiuvandum me festina.
Gloria Patri et Filio et Spiritui Sancto:
sicut erat in principio et nunc et semper
et in saecula saeculorum. Amen.
Alleluia.
O Signore, affrettati ad aiutarmi.
Signore recati velocemente ad aiutarmi.
Gloria al Padre, al Figlio, e allo Spirito Santo,
com'era in principio e ora e per sempre
e per tutti i secoli dei secoli. Amen.
Alleluia.
N. 2 - PSALMUS 109: DIXIT DOMINUS
(sex vocibus et sex instrumentis)
Dixit Dominus Domino meo: Sede a dextris meis,
donec ponam inimicos tuos scabellum pedum
tuorum.
Virgam virtutis tuae emittet Dominus ex Sion:
dominare in medio inimicorum tuorum.
Tecum principium in die virtutis tuae in
splendoribus sanctorum: ex utero ante luciferum
genui te.
Juravit Dominus et non poenitebit eum, tu es
sacerdos in aeternum secundum Melchisedech.
Dominus a dextris tuis, confregit in die irae suae
reges. Iudicabit in nationibus implebit ruinas
conquassabit capita in terra multorum.
De torrente in via bibet:
propterea exaltabit caput.
Gloria Patri et Filio et Spiritui Sancto.
Sicut erat in principio et nunc et semper et in
saecula saeculorum. Amen.
Disse il Signore al mio Signore: «Siedi alla mia
destra, affinché io ponga i tuoi nemici a sgabello
dei tuoi piedi».
Il Signore stende lo scettro del tuo potere da Sion:
«Domina in mezzo ai tuoi nemici.
A te il principato nel giorno della tua potenza tra
santi splendori; dal seno dell'aurora,
come rugiada, io ti ho generato».
Il Signore ha giurato e non si pente: «Tu sei
sacerdote per sempre al modo di Melchisedech»
Il Signore è alla tua destra, annienterà i re nel
giorno della sua ira. Giudicherà i popoli e compirà
lo sterminio: stritolerà la testa ai cadaveri.
Lungo il cammino si disseta al torrente:
solleva alta la testa.
Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo cosi
com'era in principio e ora e sempre e nei secoli
dei secoli. Amen.
N. 3 - CONCERTO: NIGRA SUM
(Motetto ad una voce)
Nigra sum sed formosa, filiae Jerusalem.
Ideo dilexit me Rex et introduxit me in cubiculum
suum, et dixit mihi: surge amica mea et veni,
iam hiems transiit imber abiit et recessit, flores
apparuerunt in terra nostra.
Tempus putationis advenit.
Io, figlia di Gerusalemme, sono nera ma bella.
Il re mi ha apprezzata e mi ha introdotta nella sua
stanza e mi ha detto: «Alzati mia adorata e vieni
perché l'inverno è passato, le piogge sono
terminate e i fiori sono apparsi sulla nostra terra,
il tempo del raccolto è arrivato».
N. 4 - PSALMUS 112: LAUDATE PUERI
(octo vocibus)
Laudate pueri Dominum, laudate nomen Domini.
Sit nomen Domini benedictum ex hoc nunc et
usque in saeculum.
A solis ortu usque ad occasum, laudabile nomen
Domini.
Excelsus super omnes gentes Dominus et super
coelos gloria eius.
Quis sicut Dominus Deus noster qui in altis
habitat et humilia respicit in coelo et in terra?
Suscitans a terra inopem et de stercore erigens
pauperem: ut collocet eum cum principibus: cum
principibus populi sui.
Qui habitare facit sterilem in domo, matrem
filiorum laetantem.
Gloria Patri et Filio et Spiritili Sancto. Sicut erat in
principio et nunc et semper et in saecula
saeculorum. Amen.
Lodate, servi del Signore, lodate il nome del Signore.
Sia benedetto il nome del Signore,
ora e sempre.
Dal sorgere del sole al tramonto sia lodato il nome
del Signore.
Su tutti i popoli eccelso è il Signore, più alta dei cieli
è la sua gloria.
Chi è pari al Signore nostro Dio che siede nell'alto
e si china a guardare nei cieli e sulla terra?
Solleva l'indigente dalla polvere,
dall'immondizia rialza il povero, per farlo sedere
tra i principi, tra i principi del suo popolo.
Fa abitare la sterile nella sua casa quale madre
gioiosa di figli.
Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo:
cosi com era in principio e ora e sempre e nei
secoli dei secoli. Amen.
N. 5 - CONCERTO: PULCHRA ES
(a due voci)
Pulchra es amica mea,
suavis et decora, filia Jerusalem.
Pulchra es amica mea,
suavis et decora sicut Jerusalem,
terribilis ut castrorum acies ordinata.
Averte oculos tuos a me
quia ipsi me avolare fecerunt.
Sei bella, amica mia,
soave e avvenente, o figlia di Gerusalemme.
Sei bella, amica mia,
soave e avvenente come Gerusalemme,
terribile come un esercito schierato.
Distogli i tuoi occhi da me
perché mi hanno fatto fuggire.
N. 6 - PSALMUS 121: LAETATUS SUM
(a sei voci)
Laetatus sum in his quae dieta sunt mihi:
In domum Domini ibimus.
Stantes erant pedes nostri, in atriis tuis Jerusalem.
Jerusalem quae aedificatur ut civitas: cuius
participatio eius in id ipsum.
Illuc enim ascenderunt tribus Domini:
testimonium Israel ad confitendum nomini Domini.
Quia illic sederunt sedes in iudicio sedes super
domum David.
Rogate quae ad pacem sunt Jerusalem:
et abundantia diligentibus te:
Fiat pax in virtute tua: et abundantia in turribus tuis.
Propter fratres meos et proximos meos loquebar
pacem de te.
Propter domum Domini Dei nostri quaesivi
bona tibi.
Gloria Patri et Filio et Spiritui Sancto. Sicut erat in
principio et nunc et semper
et in saecula saeculorum. Amen.
Quale gioia, quando mi dissero: «Andremo nella casa del Signore»!
E ora i nostri piedi si fermano alle tue porte, Gerusalemme! Gerusalemme è costruita come città salda e compatta.
li salgono insieme le tribù, le tribù del Signore,
secondo la legge di Israele, per lodare il nome del
Signore, li sono posti i seggi del giudizio: i seggi
della casa di Davide.
Domandate pace per Gerusalemme:
sia pace a coloro che ti amano, sia pace sulle tue
mura, sicurezza nei tuoi baluardi.
Per i miei fratelli e i miei amici io dirò: «Su di te
sia pace!».
Per la casa del Signore nostro Dio, chiederò
per te il bene.
Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: cosi
com'era in principio e ora e sempre
e nei secoli dei secoli. Amen.
N. 7 - CONCERTO: DUO SERAPHIM
(tribus vocibus)
Duo Seraphim clamabant alter ad
alterum:
Sancus Dominus Deus Sabaoth.
Plena est omnis terra gloria eius.
Tres sunt qui testimonium dant in coelo:
Pater, Verbum et Spiritus Sanctus.
Et hi tres unum sunt.
Sanctus Dominus Deus Sabaoth.
Plena est omnis terra gloria eius.
Due Serafini si chiamavano ad alta voce l'uno con
l'altro:
santo è il Signore, Dio dell'Universo.
Tutta la terra è piena della sua gloria.
Tre sono coloro che ne danno testimonianza in cielo:
il Padre, il Verbo e lo Spirito Santo,
tre in uno.
Santo è il Signore, Dio dell'Universo.
Tutta la terra è piena della sua gloria.
N. 8 - PSALMUS 126: NISI DOMINUS
(decem vocibus)
Nisi Dominus aedificaverit domum, in vanum
laboraverunt aedificant eam.
Nisi Dominus custodierit civitatem, frustra vigilat
qui custodit eam.
Vanum est vobis ante lucem surgere: surgite
postquam sederitis qui manducatis panem doloris.
Cum dederit dilectis suis somnum: ecce haereditas
Domini filii: merces fructus ventris.
Sicut sagittae in manu potentis ita filii excussorum.
Bearus vir qui implevit desiderium suum ex ipsis:
non confudetur cum loquetur inimicis suis in porta.
Gloria Patri et Filio et Spiritui Sancto. Sicut erat
in principio et nunc et semper et in saecula
saeculorum. Amen.
Se il Signore non costruisce la casa,
invano vi faticano i costruttori.
Se il Signore non custodisce la città, invano veglia
il custode.
Invano vi alzate di buon mattino, tardi andate a
riposare e mangiate pane e sudore: il Signore ne darà
ai suoi amici nel sonno. Ecco, dono del Signore sono
i figli, è sua grazia il fruito del grembo. Come frecce
in mano a un eroe sono i figli della giovinezza.
Beato l'uomo che ne ha piena la faretra: non resterà
confuso quando verrà a trattare alla porta con i propri
nemici. Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo:
cosi com'era in principio e ora e sempre e nei secoli
dei secoli. Amen.
N. 9 - CONCERTO: AUDI COELUM
(sex vocibus)
Audi coelum verba mea
plena desiderio
et perfusa gaudio.

Dic quaeso mihi: quae est ista,
quae consurgens ut aurora
rutilat et benedicam?

Dic, nam ista pulchra ut luna,
electa ut sol replet laetitia
terras coelos, maria.

Maria Virgo, illa dulcis,
predicata de Prophetis Ezechiel
porta Orientalis.

Illa sacra et felix porta,
per quam mors fuit expulsa,
introduxit autem vita.

Quae semper tutum est medium
inter homines et Deum,
pro culpis remedium.

Omnes hanc ergo sequamur,
qua cum gratia mereamur
vitam aeternam. Consequamur.

Praestet nobis Deus,
Pater hoc et Filius, et Mater
cuis nom invocamus
dulce miseris solamen.

Benedicta es, Virgo Maria,
in saeculorum saecula.
O cielo, ascolta le mie parole
che sono piene di desiderio
e piene di gioia.

Dimmi, ti prego, chi è questa donna
che sorge come l'aurora
e che io la benedica?

Dimmi se è questa bella come la luna,
eletta come il sole,
che colma il cielo, la terra e i mari di gioia.

Il profeta Ezechiele ha predetto
questa dolce Maria Vergine
come porta d'oriente.

Questa sacra e felice porta
attraverso la quale la morte è stata bandita
e ha introdotto la vita.

Essa è sempre la perfetta mediatrice
fra gli uomini e Dio
e il rimedio per i peccati.

Noi tutti seguiamola!
Attraverso la di cui grazia
raggiungiamo la vita eterna. Cerchiamola.

Possano Dio,
Padre e Figlio, insieme alla Madre,
della quale invochiamo il nome,
dare dolce conforto all'afflitto.

Benedetta tu sia, o Vergine Maria,
in tutti i secoli dei secoli.
N. 10 - PSALMUS 147: LAUDA JERUSALEM, DOMINUM
(septem vocibus)
Lauda Jerusalem, Dominum: lauda Deum tuum,
Sion.
Quoniam confortavit seras portarum tuarum:
benedixit filiis tuis in te.
Qui posuit fines tuos pacem: et adipe frumenti
satiat te.
Qui emittit eloquium suum terrae: velociter currit
sermo eius.
Qui dat nivem sicut lanam: nebulam sicut cinerem
spargit.
Mittit cristallum suam sicut buccellas: ante
faciem frigoris eius quis sustinebit?
Emittet verbum suum et liquefaciet ea: flabit
spiritus eius, fluent acquae.
Qui annuntiat verbum suum Jacob: justitias et
iudicia sua Israel.
Non fecit taliter omni nationi: et iudicia sua non
manifestavit eis.
Gloria Patri et Filio, et Spiritui Sancto: sicut erat in
principio et nunc et semper et in saecula
saeculorum, Amen.
Glorifica il Signore, Gerusalemme,
loda, Sion, il tuo Dio.
Perché ha rinforzato le sbarre delle lue porli in
mezzo a te ha benedetto i tuoi figli.
Egli ha messo pace nei tuoi confini e ti sazia con fior
di frumento.
Manda sulla terra la sua parola, il suo messaggio
corre veloce.
Fa scendere la neve come lana, come polvere sparge
brina.
Getta come briciole la grandine, di fronti al suo gelo
chi resiste?
Manda una sua parola ed ceco si scioglie, fa soffiare
il vento e scorrono le acque.
Annunzia a Giacobbe la sua parola, le sue leggi e i
suoi decreti a Israele.
Cosi non ha fatto con nessun altro popolo, non ha
manifestato ad altri i suoi precetti,
Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirilo Santo:
Così com'era in principio e ora e sempre e nei secoli
dei secoli. Amen.
N. 11 - SONATA SOPRA «SANCTA MARIA»
(a 8)
Sancta Maria, ora pro nobis!Santa Maria, prega per noi!
N. 12 - HYMNUS: AVE MARIS STELLA
(octo vocibus)
Ave maris stella,
Dei Mater alma,
Atque semper virgo,
Felix coeli porta.

Sumens, illud ave
Gabrielis ore,
Funda nos in pace,
Mutans Evae nomen.

Solve vincla reis,
Profer lumen caecis,
Mala nostra pelle,
Bona cuncta posce.

Mostra te esse matrem
Sumat per te preces,
Qui pro nobis natus,
Tulit esse tuus.

Virgo singularis,
Inter omnes mitis,
Nos culpis solutos
Mites fac et castos.

Vitam praesta puram,
Iter para tutum,
Ut videntes Jesum
Semper collaetemur.

Sit laus Deo Patri,
Summo Christo decus,
Spiritui Sancto
Tribus honor unus.

Amen.
Salve a te stella del mare,
Madre di Dio che dona la vita,
Vergine perpetua,
felice porta del cielo.

Sentendo quell'«Ave»
nella bocca di Gabriele
dai a noi la pace
e cambia il destino di Eva.

Spezzi le nostre catene mortali,
porti il lume ai ciechi,
allontani i vizi,
chiedi per noi tutte le cose buone.

Spiegati Madre,
Egli accetterà le nostre preghiere grazie a Te,
Egli che è stato degno di nascere
come tuo figlio.

Vergine unica,
la più mite di tutte
ci purifichi dal peccato
e ci fai miti e innocenti.

Attraverso la tua pura vita
preparaci per un viaggio sicuro
affinché quando vedremo Gesù
potremo gioire per sempre.

Lodalo sia il Signore
gloria all'altissimo Cristo
e allo Spirilo Santo,
onore alla Trinità in uno.

Amen.
N. 13 - MAGNIFICAT
1. - Magnificat anima mea
(septem vocibus et sex instrumentis)
Magnificat anima mea Dominum.L'anima mia magnifica il Signore.
2. - Et exultavit
(a 3 voci)
Et exultavit spiritus meus in Deo salutari meo.E il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
3. - Quia respexit
(ad una voce sola et sei instrumenti li quali suoneranno con più forza che si può)
Quia respexit humilitatem ancillae suae, ecce enim
ex hoc beatam me dicent omnes generationes.
Perché ha guardato l'umiltà della sua serva.
D'ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.
4. - Quia fecit mihi magna
(a 3 voci et dot instrumenti)
Quia fecit mihi magna qui potens est, et sanctum
nomen eius.
Grandi cose ha fatto in me l'onnipotente
e Santo è il suo nome:
5. - Et misericordia
(a 6 voci sole in dialogo)
Et misericordia eius a progenie in progenies
timentibus eum.
Di generazione in generazione la sua misericordia
si stende su quelli che lo temono.
6. - Fecit potentiam
(ad una voce et tre instrumenti)
Fecit potentiam in brachio suo dispersit superbos
mente cordis sui.
Ha spiegato la potenza del suo braccio,
ha disperso i superbi nei pensieri del suo cuore;
7. - Deposuit potentes
(ad una voce et doi instrumenti)
Deposuit potentes de sede et exaltavit humiles.Ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili;
8. - Esurientes implevit bonis
(a due voci et quattro instrumenti)
Esurientes implevit bonis, et divites dimisit
inanes.
Ha ricolmato di beni gli affamati, ha rimandato i
ricchi a mani vuote.
9. - Suscepit Israel
(a tre voci)
Suscepit Israel puerum suum recordatus
misericordiae suae.
Ha soccorso Israele suo servo,
ricordandosi della sua misericordia,
10. - Sicut locutus est
(ad una voce sola et sei instrumenti in dialogo)
Sicut locutus est ad patres nostros Abraham et
semini eius in saecula.
Come aveva promesso ai nostri padri,
ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre
11. - Gloria Patri
(a tre voci - due de le quali cantano in Echo)
Gloria Patri et Filio et Spiritui Sancto.Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo
12. - Sicut erat in principio
(tutti gli strumenti et voci, et va cantato et sonato forte)
Sicut erat in principio et nunc et semper et
in saecula saeculorum. Amen.
Così era in principio e ora e sempre e nei secoli
dei secoli. Amen.


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia di Santa Cecilia,
Roma, Villa Giulia, 6 luglio 1993

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 1 febbraio 2017
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sitohttp://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.