Glossario



Capriccio per pianoforte in do maggiore, K1 395 (K6 300g)

Musica: Wolfgang Amadeus Mozart
Organico: pianoforte
Composizione: Parigi, 15 - 20 luglio 1778
Edizione: Simrock, Bonn 1833

Guida all'ascolto (nota 1)

Il Capriccio in do maggiore K. 395 di Wolfgang Amadeus Mozart è un dono per l'onomastico della sorella. Così si iegge in una lettera da lui indirizzata a Nannerl: «... Ti ho scritto un preludio non come volevi tu, che permettesse d'interrompere a piacimento,...ma non avevo abbastanza tempo per una cosa del genere... » e ne fa un Capriccio. Di tale fretta compositiva resta il carattere improvvisativo, la mancata elaborazione di spunti tematici, la profusione di estroversioni pianistiche e una certa noncuranza nel giustapporre cadenze, frasi cantabili, scatti virtuosistici. Per due volte Mozart aggiunge la didascalia Capriccio sul rigo musicale.

Ruggero Laganà


(1) Testo tratto dal libretto inserito nel CD allegato al numero speciale AMS 092-93 della rivista Amadeus

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 10 febbraio 2017
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.