Glossario



Voi avete un cor fedele, K 217

Aria in sol maggiore per soprano ed orchestra

Musica: Wolfgang Amadeus Mozart
Testo: Carlo Goldoni
Organico: soprano, 2 oboi, 2 corni, archi
Composizione: Salisburgo, 26 ottobre 1775

Guida all'ascolto (nota 1)

"Voi avete un cor fedele", non è preceduto dal recitativo e si svolge secondo una precisa linea melodica, prima delicatamente affettuosa e poi più rapida e vivace, in perfetta aderenza allo spirito del testo. "Voi avete un cor fedele" fu scritta nell'ottobre del 1775, servendosi di versi goldoniani: Dorina riconosce l'ardore appassionato del suo pretendente, ma non crede molto alla costanza e alla continuità del suo amore. Il linguaggio dapprima dolce e suadente diventa più vivace e pungente, caratterizzato da una cascata di vocalizzi, tale da riconoscere in filigrana il profilo musicale della Despina di Così fan tutte.

Ennio Melchiorre

Testo

Voi avete un cor fedele
come amante appassionato,
ma mio sposo dichiarato,
che farete? Cangerete?
Dite, allora, che sarà?
Mantenete fedeltà?
Ah, non credo! Già prevedo,
mi potreste corbellar,
non ancora, non per ora,
non mi vuò di voi fidar.


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia di Santa Cecilia,
Roma, Auditorio di Via della Conciliazione, 9 maggio 1992

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 17 gennaio 2014
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.