Glossario



4 danze tedesche per orchestra "Der Werkelmann" (Il suonatore d'organetto), K 602

Musica: Wolfgang Amadeus Mozart
  1. si bemolle maggiore
  2. fa maggiore
  3. do maggiore
  4. la maggiore
Organico: ottavino, 2 flauti, ghironda, 2 oboi o clarinetti, 2 fagotti, 2 corni, 2 trombe, timpani, archi
Composizione: Vienna, 5 febbraio 1791
Edizione: Artaria, Vienna 1791

Guida all'ascolto (nota 1)

Il 7 dicembre 1787 Mozart ebbe dall'imperatore Giuseppe II la nomina a imperial-regio "Kammermusikus" in sostituzione di Gluck morto da poco; ciò lo impegnava a fornire la musica per i balli mascherati di Carnevale nel ridotto del teatro di corte, contro uno stipendio annuo di 800 fiorini d'oro («Troppo per quel che faccio, troppo poco per quel che potrei fare»). Attese al suo compito con diligenza, sfornando da allora in poi un gran numero di minuetti, controdanze, Ländler e, appunto, danze tedesche o Allemandes). Le quattro in la maggiore, K. 602, sono del 5 febbraio 1791: fra esse è specialmente nota la terza, intitolata Der Liermann (Il suonatore d'organetto), caratterizzata dalla presenza in orchestra di questo insolito strumento. Al di là di questo tocco caratteristico, le quattro danze sono piccoli capolavori, ricchi di idee e trattati con molto spirito.


(1) Testo tratto dal Repertorio di Musica Classica a cura di Pietro Santi, Giunti Gruppo Editoriale, Firenze, 2001

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 24 agosto 2016
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.