Glossario



Suite n. 1 dal balletto "Cenerentola", op. 107

Musica: Sergej Prokofiev
  1. Introduzione - Andante dolce
  2. Danza dello scialle - Allegretto
  3. Litigio
  4. La fata nonna e la fata inverno - Adagio, Allegro moderato
  5. Mazurka - Allegro, ma non troppo
  6. Cenerentola va al ballo - Allegro espressivo
  7. Walzer di Cenerentola
  8. Mezzanotte - Allegro moderato
Organico: 2 flauti, ottavino, 2 oboi, corno inglese, 2 clarinetti, clarinetto basso, 2 fagotti, controfagotto, 4 corni, 3 trombe, 3 tromboni, basso tuba, timpani, triangolo, castagnette, tamburello, tamburo, tam-tam, grancassa, piatti, campane tubolari, glockenspiel, arpa, pianoforte, archi
Composizione: 1946
Prima esecuzione: Mosca, 12 novembre 1946
Edizione: Muzgiz, Mosca, 1949

Guida all'ascolto (nota 1)

Il balletto Cenerentola, composto nel 1946, Ŕ il secondo dei balletti scritti in Russia da Prokofev dopo il suo rientro definitivo in patria nel 1932. Come giÓ aveva fatto col precedente Romeo e Giulietta, Prokofev ricav˛ poi dalla composizione tre suites da concerto. Musicalmente, Cenerentola presenta una grande ricchezza di spunti lirici e amorosi, cui si accompagnano una garbata ironia, colorata talvolta di inflessioni genuinamente  umoristiche, un'orchestrazione brillante, godibilitÓ melodica e una grande vivacitÓ ritmica. La musica caratterizza la protagonista con tre temi: il primo allude alla Cenerentola maltrattata, il secondo alla Cenerentola candida dei sogni ad occhi aperti, e il terzo, ampiamente melodico, alla Cenerentola innamorata e felice. Oltre ai caratteri della fanciulla Prokofev cerca di esprimere quelli del padre pavido, della crudele matrigna, delle sorelle perfide e beffarde, del principe giovane e ardente, in modi immediatamente comprensibili e conformi alla tradizione del balletto classico, ovvero romantico. Commissionata a Prokofev dal Teatro Kirov di Leningrado e terminata nell'estate del 1944, Cenerentola and˛ in scena la prima volta al Teatro Bolscioi di Mosca il 21 novembre 1945.

L'Introduzione della Suite n. 1 Ŕ costruita sui temi della vita tribolata e oscura di Cenerentola e su quelli della sua felicitÓ dopo aver trovato la fortuna e l'amore del principe. La successione dei due brani seguenti, la Danza dello scialle e la Lite, inverte l'ordine degli episodi che aprono il balletto e in cui le due sorelle di Cenerentola, litigando per uno scialle che stanno ricamando, finiscono per strapparlo, e poi danzano ognuna con il proprio pezzo. Il terzo brano illustra le immagini della Fata nonna e della Fata dell'inverno (un Adagio lamentoso e misterioso e un Allegro moderato di contenuto rigore). La Mazurka segna l'apparire del principe a corte. La Partena di Cenerentola per il ballo Ŕ un valzer che trova ulteriore espansione nel pezzo) seguente. La Mezzanotte desta la scena fantastica, il clima drammatico dell'episodio finale del secondo atto, quando i rintocchi dell'orologio, una danza di nani, sinistre fanfare annunciano la fine dell'incantesimo e richiamano Cenerentola alla sua povera condizione.


(1) Testo tratto dal Repertorio di Musica Classica a cura di Pietro Santi, Giunti Gruppo Editoriale, Firenze, 2001

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietÓ delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione pu˛ essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento: 23 novembre 2017
html validator  css validator


Questo testo Ŕ stato prelevato sul sito htpp://www.flaminioonline.it. ed Ŕ utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietÓ delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione pu˛ essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.