Glossario



Sarcasmes, op. 17

Musica: Sergej Prokofiev
  1. Tempestoso
  2. Allegro rubato
  3. Allegro precipatato
  4. Smanioso
  5. Precipitosissimo
Organico: pianoforte
Composizione: 1912 - 1914
Prima esecuzione: Mosca, Sala Grande del Conservatorio "Ciajkovskij", 10 dicembre 1916
Edizione: Jurgenson, Mosca, 1916

Guida all'ascolto (nota 1)

Sarcasmes, un ciclo di 5 pezzi pianistici, fu iniziato nel 1912 e terminato nel 1914. L'impressione pianistica è qui alternata fra il grottesco e brevi squarci di elegiaco, a volte all'interno di uno stesso pezzo. Il Tempestoso dà la stura agli umori mefistofelici del modernismo. L'Allegro rubato ha carattere impressionistico, anche se intrammezzato dal feroce martellato caratteristico dell'autore. L'Allegro precipitato torna alla violenza ritmica dell'ostinato. La scrittura è politonale: fa diesis minore alla destra, mi bemolle minore alla sinistra. Ed i contrasti sono accentuati da una breve sezione centrale di lirismo pressocché ciaikovskiano. Lo Smanioso è un esempio del diabolico prokofieviano: salti, scalette, dissonanze ribattute. Il Precipitosissimo passa dalla massima violenza, ai ripensamenti, e infine ad una dissolvenza di umor nero. I Sarcasmes insieme a «Ala e Lolli» furono ritenuti al loro apparire a Pietroburgo una punta anarchica della musica russa, sulla stessa scia della «Sagra della Primavera».

Gioacchino Lanza Tomasi


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia Filarmonica Romana;
Roma, Teatro Olimpico, 5 novembre 1975

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento: 27 ottobre 2015
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito htpp://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.