Glossario



Prélude (Preludio)

Musica: Maurice Ravel
Organico: pianoforte
Composizione: maggio 1913
Prima esecuzione: Parigi, Sala del Conservatorio, giugno 1913
Edizione: Durand, 1913
Dedica: Mademoiselle Jeanne Leleu

Scritto su richiesta del Conservatoire National supérieur de musique di Parigi per un concorso di lettura a prima vista

Guida all'ascolto (nota 1)

Il Prélude fu scritto nel maggio del 1913 su richiesta del Conservatorio di Parigi, diretto allora da Gabriel Fauré, che desiderava disporre di un piccolo pezzo per la prova di lettura a prima vista del concorso annuale di pianoforte. Il Prélude fu eseguito in giugno durante gli esami e fu dedicato ad una delle esecutrici, Jeanne Leleu. Nelle ventisette battute della composizione che è un piccolo gioiello, Ravel badò a introdurre qualche imprevedibile difficoltà di lettura, in modo da rispondere alle esigenze espresse dal suo "committente".

Piero Rattalino


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia di Santa Cecilia,
Roma, Auditorio di Via della Conciliazione, 13 marzo 1992

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 10 marzo 2015
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.