Glossario



Freiwilliges Versinken (Sprofondare volontario), D. 700

Lied per voce e pianoforte

Musica:
Franz Schubert
Testo: Johann Mayrhofer
Organico: voce, pianoforte
Composizione: settembre 1820
Edizione: Diabelli, Vienna, 1831

Testo (nota 1)

Freiwilliges Versinken Sprofondare volontario
Wohin, o Helios? Wohin? In kühlen Fluten
Will ich den Flammenleib versenken,
Gewiß im Innern, neue Gluten
Der Erde Feuerreich zu schenken.

Ich nehme nicht, ich pflege nur zu geben;
Und wie verschwenderisch mein Leben,
Umhüllt mein Scheiden gold'ne Pracht,
Ich scheide herrlich, naht die Nacht.

Wie blaß der Mond, wie matt die Sterne;
Solang ich kräftig mich bewege;
Erst wenn ich auf die Berge meine Krone lege,
Gewinnen sie an Mut und Kraft in weiter Ferne.
Dove vai, o Helios? Dove? In freschi flutti
voglio affondare il mio corpo di fiamma,
certo nel più profondo della terra, nuova fiamma
per regalare al suo regno di fuoco.

Io non prendo, io son uso solo a dare;
e come è prodiga la mia vita,
così un aureo fulgore avvolge il mio commiato,
mi congedo splendidamente, (quando) si avvicina la
[notte.

Com'è pallida la luna, come (sono) smorte le stelle,
finché io mi muovo nel pieno della mia forza;
soltanto quando poso la mia corona sui monti,
esse acquistano coraggio e forza fino a molto lontano.
(Traduzione di Sergio Sablich)

(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto del Maggio Musicale Fiorentino,
Firenze, Teatro Comunale, 13 giugno 1983

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 28 maggio 2016
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito htpp://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.