Glossario



Geheimes (Il segreto), op. 14 n. 2, D. 719

Lied per voce e pianoforte

Musica:
Franz Schubert
Testo: Wolfgang von Goethe
Organico: voce, pianoforte
Composizione: marzo 1821
Edizione: Cappi & Diabelli, Vienna, 1822
Dedica: Franz von Schober

Testo (nota 1)

Geheimes Il segreto
Über meines Liebchens Äugeln
Stehn verwundert alle Leute
Ich, der Wissende, dagegen,
Weiß recht gut, was das bedeute.

Denn es heißt: ich liebe diesen
Und nicht etwa den und jenen.
Lasset nur, ihr guten Leute,
Euer Wundern, euer Sehnen!

Ja, mit ungeheuren Machten
Blicket sie wohl in die Runde;
Doch sie sucht nur zu verkünden
Ihm die nächste süße Stunde.
Dinanzi all'occhieggiar della mia amata
ogni persona si meraviglia.
lo, l'esperto, invece
so bene come ciò si spiega.

Perché vuol dire: io amo questo
e non chiunque, non quello o l'altro ancora.
Lasciate perdere, brava gente,
la vostra ammirazione, le vostre brame!

Sì, col suo immenso potere
lei si guarda bensì tutt'attorno;
ma intende solo annunciare,
a lui, la prossima ora più dolce.

(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia Filarmonica Romana,
Roma, Teatro Olimpico, 23 ottobre 2003

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 2 febbraio 2014
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito htpp://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.