Glossario



Heimliches Lieben, op. 106 n. 1, D. 922

Lied per voce e pianoforte

Musica:
Franz Schubert
Testo: Karoline Louise von Klenke
Organico: voce, pianoforte
Composizione: settembre 1827
Edizione: Lithographisches Institut, Vienna, 1828
Dedica: M. Pachler

Testo (nota 1)

HEIMLICHES LIEBEN AMORE SEGRETO
O du, wenn deine Lippen mich berühren,
Dann will die Lust die Seele mir entführen;
Ich fühl' ein sanftes, namenloses Beben
Den Busen heben.

Mein Auge flammt, Glut schwebt auf meinen Wangen
Es schlägt mein Herz ein unbekannt Verlangen;
Mein Geist, verirrt in trunkner Lippen Stammeln,
Kann kaum sich sammeln.

Mein Leben hangt in einer solchen Stunde
An deinem Süssen, rosenweichen Munde.
Und will, bei deinem trauten Armumfassen,
Mich fast verlassen.

O! dass es doch nicht ausser sich kann fliehen,
Die Seele ganz in deine Seele glühen!
Dass doch die Lippen, die voll Sehnsucht brennen,
Sich müssen trennen!

Dass doch im Kuss mein Wesen nicht zerfliesset,
Wenn es so fest an deinen Mund sich schliesset.
Und an dein Herz, das nimmer laut darf wagen,
Für mich zu schlagen!
O tu, se le tue labbra mi sfiorano,
allora il piacere vuol rapirmi l'anima;
io sento un tremito, dolcissimo e senza nome,
gonfiarmi il petto.

L'occhio mio s'infiamma, la vampa sfiora le mie guance;
un desiderio sconosciuto bussa al mio cuore;
il mio spirito, smarrito nel balbettio di labbra ebbre,
può appena ritrovarsi.

La mia vita si appende, in un'ora siffatta,
alla tua docissima bocca, morbida come rosa.
E vuole, nel tuo fiducioso abbraccio,
quasi abbandonarmi.

Oh! dal momento che nulla può sfuggir via da se stesso,
l'anima mia possa infiammarsi tutta nella tua anima!
Pur se le labbra, che ardono di bramosia,
devono separarsi!

E che nel bacio il mio essere non finisca nel nulla,
se così stretto alla tua bocca si salda.
E che il mio essere al tuo cuore, che mai può
apertamente osare, per me abbia a pulsare!

(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia,
Roma, Auditorium di via della Conciliazione, 7 aprile 1990

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 27 luglio 2015
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito htpp://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.