Glossario



Herbst (Autunno), D. 945

Lied per voce e pianoforte

Musica:
Franz Schubert
Testo: Ludwig Rellstab
Organico: voce, pianoforte
Composizione: aprile 1828
Edizione: Breitkopf & Härtel, Lipsia, 1895

Testo (nota 1)

HERBST AUTUNNO
Es rauschen die Winde
So herbstlich und kalt;
Verödet die Fluren,
Entblättert der Wald.

Ihr blumigen Auen!
Du sonniges Grün!
So welken die Blüten
Des Lebens dahin.

Es ziehen die Wolken
So finster und grau;
Verschwunden die Sterne
Am himmlischen Blau!

Ach wie die Gestirne
Am Himmel entflich'n,
So sinket die Hoffnung
Des Lebens dahin!

Ihr Tage des Lenzes
Mit Rosen geschmückt,
Wo ich die Geliebte
Ans Herze gedrückt!

Kalt über den Hügel
Rauscht, Winde, dahin!
So sterben die Rosen
Der Liebe dahin!
Soffian forte i venti
sì autunnali e freddi;
abbandonata da tutti è la campagna,
spoglia la foresta.

Oh, campi fioriti!
o verde natura soleggiata!
Così appassiscono le gioie
tutte le gioie dell'esistenza.

Corrono veloci le nubi
così sinistre e grigie;
scompaiono alla vista le stelle
nell'azzurro cielo.

Oh, come le costellazioni
fuggono dal cielo,
così scompare la speranza
la speranza della vita!

Voi, giorni di primavera,
ornati di rose,
ove io l'amata
stringevo al mio cuore!

Gelido al di sopra delle colline
rumoreggia sempre di più il vento!
Così muoiono le rose
le rose dell'amore!
(Traduzione di Luigi Bellingardi)

(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia Nazionale di santa Cecilia,
Roma, Auditorio di via della Conciliazione, 30 maggio 1986

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 8 settembre 2016
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito htpp://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.