Glossario



An die Laute (Al liuto), op. 81 n. 2, D. 905

Lied per voce e pianoforte

Musica:
Franz Schubert
Testo: Johann Friedrich Rochlitz
Organico: voce, pianoforte
Composizione: gennaio 1827
Edizione: Haslinger, Vienna, 1827
Dedica: J. F. Rochlitz

Testo (nota 1)

An die Laute Al liuto
Leiser, leiser, kleine Laute,
Flüstre, was ich dir vertraue,
Dort zu jenem Fenster hin!
Wie die Wellen sanfter Lüfte, Mondenglanz und Blumendüfte,
Send es der Gebieterin!

Neidisch sind des Nachbars Söhne,
Und im Fenster jener Schöne
Flimmert noch ein einsam Licht.
Drum noch leiser, kleine Laute:
Dich vernehme die Vertraute,
Nachbarn aber, Nachbarn nicht!
Più piano, più piano, piccolo liuto,
sussurra quel che ti confido,
là, verso quella finestra!
Come le onde di miti brezze,
come splendore lunare e profumo di fiori,
mandalo alla (mia) padrona!

I figli del vicino sono invidiosi,
e alla finestra di quella bella
tremola ancora una luce solitaria.
Perciò ancora più piano, piccolo liuto:
che ti oda la (mia) fedele,
ma i vicini, i vicini no!
(Traduzione di Sergio Sablich)

(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto del Maggio Musicale Fiorentino,
Firenze, Teatro Comunale, 13 giugno 1983

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 8 giugno 2016
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito htpp://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.