Glossario



Mirjams Siegesgesang (Canto di vittoria di Mirjam), op. 136, D. 942

Cantata per soprano, coro e pianoforte

Musica:
Franz Schubert
Testo: Franz Grillparzer
  1. Rührt die Zimbel, schlagt die Saiten - Soprano solo - Allegro giusto (do maggiore)
  2. Aus ägypten vor dem Volke - Soprano solo - Allegretto (fa maggiore)
  3. Doch der Horizont erdunkelt - Soprano solo - Allegro agitato (do minore)
  4. 's ist der Herr in seinem Grimme - Coro - Allegro moderato (do minore)
  5. Tauchst du auf, Pharao? - Soprano solo - Andantino (mi minore)
  6. Drum mit Zimbeln und mit Saiten - Soprano solo - Allegro giusto (do maggiore)
Organico: soprano, coro misto, pianoforte
Composizione: marzo 1828
Prima esecuzione: Vienna, Musikvereinsaal, 20 gennaio 1829
Edizione: Diabelli, Vienna, ca. 1829

Testo (nota 1)

MIRJAMS SIEGESGESANG CANTO DI VITTORIA DI MIRJAM
Rührt die Zimbel, schlagt die Saiten,
lasst den Hall es tragen weit,
gross der Herr zu allen Zeiten,
heute gross vor aller Zeit!,

Aus Ägypten vor dem Volke,
wie der Hirt, den Stab zur Hut,
zogst du her, dein Stab die Wolke,
und dein Aug' des Feuers Glut.

Und das Meer hört deine Stimme,
tut sich auf dem Zug, wird Land,
scheu des Meeres Ungetüme
schau'n durch die kristall'ne Wand.

Wir vertrauten deiner Stimme,
traten froh das neue Land.

Doch der Horizont erdunkelt,
Ross und Reiter löst sich los,
Hörner lärmen, Eisen funkelt,
es ist Pharao und sein Tross.

Herr, von der Gefahr umdunkelt
hilflos wir, dort Mann und Ross,
und die Feinde, mordentglommen
drängen nach, den sichern Pfad,
jetzt und jetzt.

Da horch! welch Säuseln;
Wehen, Murmeln, Dröhnen, horch, Strurm!
's ist der Herr in seinem Grimme,
einstürzt rings der Wasser Turm,
Ross und Reiter, Mann und Pferd
umsponnen, eingewickelt
in Netze der Gefahr,
zerbrochen die Speichen ihrer Wagen,
tot der Lenker, tot das Gespann!

Tauchst du auf, Pharao?
Hinab, hinunter in den Abgrund,
schwarz wie deine Brust!

Und das Meer hat nun vollzogen
lautlos rollen seine Wogen,
nimmer gibt es, was es barg,
eine Wüste, Grab zugleich und Sarg.

Tauchst du auf, Pharao?...

Schrecklich hat das Meer vollzogen,
lautlos rollen seine Wogen,
nimmer gibt es, was es barg,
Frevlergrab zugleich und Sarg.

Drum mit Zimbeln und mit Saiten
lasst den Hall es tragen weit:
Gross der Herr zu allen Zeiten,
heute gross vor aller Zeit!
Suonate il salterio, percuotete le corde,
che l'eco si spanda lontano,
grande il Signore in eterno,
oggi grande come mai prima!

Guidando il popolo dall'Egitto,
come il pastore, il bastone per protezione,
sei giunto qui, il tuo bastone la nube,
e il tuo occhio l'ardore del fuoco.

E il mare ode la tua voce,
si apre al corteo dei fuggitivi, diviene terra,
atterriti dalla violenza del mare,
guardano attraverso la parete di cristallo.

Ci fidammo della tua voce,
entrammo felici nella nuova terra.

Ma l'orizzonte si oscura,
cavalli e cavalieri si addensano,
corni echeggiano, ferri scintillano,
è il faraone con il suo seguito.

Signore, minacciati dal pericolo
noi senza aiuto, là uomini e cavalli,
e i nemici, assetati di morte
si avvicinano, per il sentiero sicuro,
di più, ancora di più.

Ma ascolta! quale mormorio;
Folate, rombi, tuoni, ascolta, tempesta!
È il Signore nella sua collera,
sprofonda tutt'intorno la torre dell'acqua,
cavalli e cavalieri, uomini e bestie
intrappolati, avviluppati
nella rete del periglio,
spezzati i raggi dei loro carri,
morto il guidatore, morto il tiro!

Vieni a galla, faraone?
Giù, giù nell'abisso,
nero come la tua anima!

E il mare ha ora eseguito,
placidi ondeggiano i flutti,
nulla esiste più di quel che ha sommerso,
un deserto, tomba e bara insieme.

Vieni a galla, faraone?...

Il mare ha eseguito il suo terribile atto,
placidi ondeggiano i flutti,
niente esiste più di quel che ha sommerso,
tomba degli scellerati e bara insieme.

Mano al salterio e alle corde,
che l'eco si spanda lontano:
grande il Signore in eterno,
oggi grande come mai prima!
(Traduzione di Sergio Sablich)

(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia,
Roma, Auditorio di via della Conciliazione, 12 maggio 1999

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 18 aprile 2015
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito htpp://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.