Glossario



Lied eines Schiffers an die Dioskuren (Canto di un marinaio ai Dioscuri), op. 65 n. 1, D. 360

Lied per voce e pianoforte

Musica:
Franz Schubert
Testo: Johann Mayrhofer
Organico: voce, pianoforte
Composizione: 1816
Edizione: Cappi-Czerny, Vienna, 1826

Testo (nota 1)

Lied eines Schiffers an die Dioskuren Canto di un marinaio ai Dioscuri
Dioskuren, Zwillingssterne,
Die ihr leuchtet meinem Nachen,
Mich beruhigt auf dem Meere
Eure Milde, eure Wachen.

Wer auch fest in sich begründet,
Unverzagt dem Sturm begegnet
Fühlt sich doch in euren Strahlen
Doppelt mutig und gesegnet.

Dieses Ruder, das ich schwinge,
Meeresfluten zu zerteilen,
Hänge ich, so ich geborgen,
Auf an eures Tempels Säulen,
Dioskuren, Zwillingssterne.
O Dioscuri, astri gemelli,
voi che mi illuminate la barca.
sul mare mi rinfranca
il vostro benvolere, il vostro vegliare.

Chi, pur in sé confidando
affronta la tempesta impavido,
tuttavia si sente, al vostro raggio,
due volte più animoso e più protetto.

Questo remo che brandisco
per fendere i flutti del mare
lo appenderò, appena in salvo,
alle colonne del vostro tempio:
voi Dioscuri, astri gemelli.

(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia Filarmonica Romana,
Roma, Teatro Olimpico, 23 ottobre 2003

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 2 febbraio 2014
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito htpp://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.