Glossario



5° Notturno in re bemolle maggiore, op. 24 [31]

Musica: Giovanni Sgambati
Organico: pianoforte
Composizione: Cadenabbia, 29 - 30 settembre 1897
Edizione: Schott, Magonza, 1898

Guida all'ascolto (nota 1)

Il Notturno op 31 fu composto nel 1897. La critica non si è espressa favorevolmente su questo brano, a torto considerato una poco ispirata derivazione dalle Consolations lisztiane. E ancor oggi nel New Grove lo si etichetta come un “poor man’s Sonetto di Petrarca”. L’originalità di questo brano risiede, invece, nell’andamento morbido e sinuoso dell’armonia, caratterizzata da oscillazioni tra l’accordo maggiore e l’accordo di sesta e dalla melodia dalle vaghe inflessioni popolareggianti.

Francesco Caramiello


(1) Tactus: Giovanni Sgambati The Complete Piano Works, Voll. I-VII

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 3 marzo 2016
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.