Glossario



Preludio e fuga in mi bemolle minore, op. 6

Musica: Giovanni Sgambati
  1. Preludio - Allegro ma non troppo
  2. Fuga - Andante sostenuto
Organico: pianoforte
Composizione: Roma, 21 luglio 1876
Edizione: Schott, Magonza, 1877
Dedica: barone Robert de Keudell

Guida all'ascolto (nota 1)

Il Preludio e fuga in mi bemolle minore op. 6 fu composto nel 1876. Il Preludio, ripensamento della forma classica attraverso il pianismo romantico, presenta una scansione strofica a corale che può ricordare il Preludio, Corale e Fuga di Franck che però Sgambati anticipa di otto anni. La fuga dal soggetto modale contiene una citazione dell’inno gregoriano Ut queant laxis di Guido d’Arezzo che Sgambati adoperò in quanto, all’epoca, molto noto per la denominazione e la memorizzazione delle note musicali. La presenza emblematica di quest’inno assume valore simbolico di restaurazione delle antiche espressioni musicali ed è anche da interpretarsi come rinuncia alle strutture tradizionali in favore di un neomodalismo che avrà più ampi sviluppi nel Novecento.

Francesco Caramiello


(1) Tactus: Giovanni Sgambati The Complete Piano Works, Voll. I-VII

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 3 marzo 2016
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.