Glossario



Poème nocturne, op. 61

Musica: Aleksandr Skrjabin
Organico: pianoforte
Composizione: 1911
Edizione: Édition Russe de Musique, Mosca, 1913

Guida all'ascolto (nota 1)

Di maggiore consistenza tecnica e di più elevata ambizione estetica è il Poème-Nocturne op. 61, la cui data di nascita si colloca tra il 1911 e il 1912, quando la ricerca armonica del musicista si va spingendo al di fuori dell'orizzonte tonale. Non per nulla Skrjabin contribuì all'abolizione della distinzione tradizionale tra maggiore e minore, facendo presagire le idee e i criteri politonali e atonali.

Ennio Melchiorre


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia di Santa Cecilia,
Roma, Auditorio di via della Conciliazione, 8 gennaio 1993

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 21 maggio 2014
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.