Glossario



Schlagende Herzen, op. 29 n. 2

per voce e pianoforte

Musica:
Richard Strauss
Testo: Otto Julius Bierbaum
Organico: voce, pianoforte
Composizione: Monaco, 5 giugno 1895
Edizione: J. Aibl, Monaco, s. a.
Dedica: Eugen Gura

Testo (nota 1)
SCHLAGENDE HERZEN

Über Wiesen und Felder ein Knabe ging,
Kling klang, schlug ihm das Herz;
Es glänzt ihm am Finger von Golde ein ring.
Kling klang, schlug ihm das Herz;
O Wiesen, o Felder, wie seid ihr schön!
O Berge, o Täler, wie schön!
Wie bist du gut, wie bist du schön,
Du gold'ne Sonne in Himmelshöhn!
Kling klang, kling klang, kling klang, schlug ihm das Herz.
Schnell eilte der Knabe mit fröhlichem Schritt,
Kling klang, schlug ihm das Herz.
Nahm manche lachende Blume mit -
Kling klang, schlug ihm das Herz.
Über Wiesen und Felder weht Frühlingswind,
Über Berge und Wälder weht Frühlings wind,
Der treibt zu dir mich leise, lind,
Kling klang, schlug ihm das Herz.
Zwischen Wiesen und Feldern ein Mädel stand,
Kling klang, schlug ihm das Herz,
Hielt über die Augen zum Schauen die Hand,
Kling klang, schlug ihm das Herz.
Über Wiesen und Felder, über Berge und Wälder,
Zu mir, zu mir, schnell kommt er her,
O wenn er bei mir nur, bei mir schon war!
Kling klang, kling klang, kling klang, schlug ihr das Herz.
CUORI PALPITANTI

Per prati e campi se ne andava un ragazzo,
cling clang, gli batteva il cuore;
al dito riluceva un anello d'oro.
Cling clang, gli batteva il cuore;
o prati, o campi, come siete belli!
o montagne, o valli, come siete belle!
Come sei buono, come sei bello,
tu, sole dorato nell'alto dei cieli!
Cling clang, cling clang, cling clang, gli batteva il cuore.
Velocemente s'affrettava il ragazzo con passo allegro,
cling clang, gli batteva il cuore.
Prese con sé alcuni fiori sorridenti -
cling clang, gli batteva il cuore.
Per prati e campi soffia il vento della primavera,
per monti e valli soffia il vento della primavera,
che mi spinge verso te, mite e leggero,
cling clang, gli batteva il cuore.
Tra prati e campi c'era una fanciulla,
cling clang, gli batteva il cuore.
Al di sopra degli occhi per vedere teneva la mano,
cling clang, gli batteva forte il cuore.
Per prati e campi, per monti e valli,
verso di me, verso di me veloce egli si avvicina,
o se soltanto vicino a me, vicino a me già fosse!
Cling clang, cling clang, cling clang, batteva a lei il
[cuore.

(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia di Santa Cecilia,
Roma, Auditorio di via della Conciliazione, 7 aprile 1990

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 25 ottobre 2013
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.