Glossario



Epitaphium

Musica: Igor Stravinskij
Organico: flauto, clarinetto, arpa
Composizione: 1959
Prima esecuzione: Donaueschingen, Stadttheater, 17 ottobre 1959
Edizione: Boosey & Hawkes, New York, 1959
Dedica: «für das Grabmal des Prinzen Max Egon zu Fürstettberg»

Guida all'ascolto (nota 1)

Con la serenità e la gratitudine di chi ha una fede Strawinsky, nella sua lunga vita, ha visto morire molte persone care e ad esse ha dedicato un ricordo (dopo il periodo russo uno dei suoi primi capolavori furono le Symphonies pour instruments à vent in memoria di Debussy, 1920, e la sua ultima composizione lunga sono stati i Requiem Canticles, 1966). Alla tomba del principe Max Egon zu Fürstenberg, mecenate e pratico sostegno del festival di Donaueschingen (dedicato per illustre tradizione all'avanguardia musicale), Strawinsky ha reso omaggio con un Epitaphium di aforistica, quasi spettrale, brevità: sette battute per arpa, flauto e clarinetto, in tutto poco più di un minuto di musica. Nelle battute dispari l'arpa suona, in ognuna, la serie di dodici note secondo le quattro modifiche possibili di esposizione (la serie stessa, il suo retrogrado, l'inverso, il retrogrado dell'inverso), nelle pari tocca al flauto e al clarinetto: la sesta battuta contiene un'esposizione doppia, sì che le esposizioni con le modifiche tra arpa e duo di fiati sono otto in tutto. Si resta sconcertati, non indifferenti, perché una così funerea essiccazione della musica evoca in noi un senso di vuoto e di fine.

Franco Serpa


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia Filarmonica Romana,
Roma, Teatro Olimpico, 6 dicembre 2001

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 29 marzo 2015
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.