Glossario



Trois Lyriques japonaises

Musica: Igor Stravinskij
Testo: testo russo di A. Brandta, traduzione in francese doi Maurice Delage
  1. Akahito - Moderato
    Composizione: Ustilug, 6 - 19 ottobre 1912
    Dedica: Maurice Delage
  2. Mazatsumi - Vivo
    Composizione: Clarens, 5 - 18 dicembre 1912
    Dedica: Florent Schmitt
  3. Tsaraïuki - Tranquillo
    Composizione: Clarens, 9 - 22 gennaio 1913
    Dedica: Maurice Ravel
Organico: soprano, pianoforte
Edizione: Edition Russe de Musique, Parigi, 1913

Testo (nota 1)

AKAHITO

Scendiamo in giardino;
volevo mostrarti i fiori bianchi.
Cade la neve...
Son tutti fiori o neve bianca?

MAZATSUMI

Arriva aprile.
Spezzando il ghiaccio
della loro scorza saltellano
gioiose nel ruscelletto
le onde schiumose.
Esse vogliono essere i primi fiori bianchi
della gioiosa primavera.

TSARAIUKI

Cosa si intravede così bianco in lontananza?
Si direbbero nubi, ovunque tra le colline:
i ciliegi in fiore festeggiano finalmente
l'arrivo della primavera.


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia di Santa Cecilia,
Roma, Sala Accademica di via dei Greci, 14 marzo 1980

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 30 giugno 2015
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.