Glossario



Piano-Rag-Music

Musica: Igor Stravinskij
Organico: pianoforte
Composizione: Morges, 28 giugno 1919
Prima esecuzione: Losanna, Théâtre Municipal, 8 novembre 1919
Edizione: J. W. Chester, Londra, 1920
Dedica: Arthur Rubinstein

Guida all'ascolto (nota 1)

Molto prima di stabilirsi negli Stati Uniti Stravinskij si era interessato a una musica tipicamente americana come il jazz, in cui evidentemente trovava novità ritmiche molto stimolanti. Così compose il Ragtime per 11 strumenti nel 1918 e la Piano-Rag-Music nel 1919 (quest'ultimo lavoro è dedicato ad Artur Rubinstein, che però non l'incluse mai nel suo repertorio). I moduli ritmici del jazz vengono qui scomposti e rimontati con la massima libertà da Stravinskij, che se ne serve come di un lasciapassare verso l'uso di ritmi sincopati, spostamenti d'accento, cambiamenti di tempo d'ogni genere. Come scrive Vlad, «sul mare mosso di ritmi che si urtano continuamente appare di tanto in tanto una convulsa formuletta sincopata: come un relitto che scompare subito nel gorgo di quei vortici inesorabili», con una violenza ritmica che porta la temperatura fino «al calor bianco».

Mauro Mariani


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia Filarmonica Romana,
Roma, Teatro Olimpico, 22 ottobre 1998

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 31 dicembre 2014
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.