L’Orchestra Virtuale del Flaminio nasce nel 1996 dall’idea di Terenzio Sacchi Lodispoto di poter suonare in casa musica classica utilizzando attrezzature normalmente usate nella musica leggera.

L’attributo Virtuale indica infatti che l’orchestra non composta di musicisti ma di attrezzature elettroniche che permettono di elaborare brani musicali e di gestirli fino ad ottenere un prodotto stampabile su CD e comunque riproducibile con le normali attrezzature di riproduzione.

Tutto il sistema ruota intorno al protocollo MIDI (Musical Instrument Digital Interface) che nato nel 1983 dall’esigenza dei vari costruttori di strumenti musicali di far interagire apparecchiature di marche diverse.

La musica viene suonata sulla tastiera di un pianoforte digitale che trasmette ad un computer (in formato MIDI) le informazioni relative al nome della nota, alla sua altezza, alla pressione con cui stato premuto il tasto, alla sua durata ecc.

Nel computer installato un programma che ha il compito di gestire tutte le informazioni che gli invia la tastiera e quindi inviarle, dopo opportuna sistemazione, ai moduli sonori finali.

Questo programma chiamato sequencer funziona come un registratore multitraccia nel quale si possono registrare successivamente tutte le parti previste dallo spartito musicale. Una apposita pagina del programma permette di vedere in forma grafica tutto quanto stato registrato nel computer e di intervenire per sistemare tutta la composizione musicale fino ad ottenere una versione che soddisfa l’esecutore.

L’uscita del computer si collega con uno o pi expanders.

Un expander un modulo sonoro che contiene i suoni dei vari strumenti orchestrali ed in grado di riprodurli sulla base delle informazioni ricevute dal computer. A questo punto non abbiamo pi messaggi MIDI ma musica vera e propria.

Le uscite dei vari expanders si raccordano in un mixer dal quale si va finalmente alle casse acustiche dalle quali si ascolta la versione definitiva della composizione musicale.

L’organico attuale dell’Orchestra Virtuale del Flaminio comprende una tastiera Yamaha Clavinova CVP85, expanders Roland JV-1080, M-OC 1, M-SE 1 ed E-mu Systems Virtuoso 2000, mixer Mackie 1202-VLZ PRO e computer nel quale istallato il programma Voyetra Midi Orchestrator plus versione 1.63.

Questa formazione che ha privilegiato la scelta di attrezzature particolarmente dedicate ai suoni di un’orchestra classica, permette di gestire fino a 80 strumenti in contemporanea.

Tutta la musica registrata dall’Orchestra Virtuale del Flaminio incisa su CD distribuiti gratuitamente ed ora scaricabile dalla pagina La musica.

html validator  css validator


Questo testo scritto da Terenzio Sacchi Lodispoto di propriet di LA MUSICA FATTA IN CASA che ne autorizza l'uso, ed stato prelevato sul sito htpp://www.flaminioonline.it