Glossario



Sonata in sol maggiore per violino e basso continuo, HWV 358

Musica: Georg Friedrich Händel
  1. Allegro (sol maggiore)
  2. Adagio (mi minore)
  3. Allegro (sol maggiore)
Organico: violino, basso continuo
Composizione: 1707 1709 circa
Edizione: Breitkopf & Härtel, Lipsia, 1924

Guida all'ascolto (nota 1)

Durante il soggiorno italiano di Händel, tra il 1707 e il 1710, era stata composta la giovanile Sonata in sol maggiore HWV 358, unica in tre tempi tra le sonate per violino e continuo del compositore (in realtà l'autografo, al Fitzwilliam Museum di Cambridge, non specifica se sia il violino il destinatario del pezzo, benché sembri la tesi più probabile). Più agile nella struttura, la sonata lo è anche nel tono, a cominciare dal primo Allegro, costruito sin dall'attacco sull'inseguirsi incessante di quartine di semicrome, fondate sull'arpeggio della tonalità d'impianto nella prima sezione, e della dominante nella seconda. L'Adagio in mi minore non è altro se non una parentesi dalle inflessioni patetiche, che funge, come nelle consuetudini arcaicizzanti del tardobarocco, da raccordo tra i due allegri, il secondo dei quali presenta i tratti di una giga dall'impronta schiettamente corelliana e caratterizzata dall'imitazione sistematica tra violino e basso.

Raffaele Mellace


(1) Testo tratto dal libretto inserito nel CD allegato al n. 200 della rivista Amadeus

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 6 luglioo 2017
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.