Glossario



Sinfonia [n. 47] in re maggiore, K1 97 (K6 73m)

Musica: Wolfgang Amadeus Mozart
  1. Allegro (re maggiore)
  2. Andante (sol maggiore)
  3. Minuetto (re maggiore)
  4. Presto (re maggiore)
Organico: 2 oboi, 2 corni, 2 trombe, timpani, archi
Composizione: Roma, Aprile 1770

Guida all'ascolto (nota 1)

La Sinfonia KV97 (73m), comunemente associata al soggiorno romano nella primavera del 1770, possiede un tono cerimoniale e maestoso che le deriva tanto dall'organico sontuoso quanto dal formato in quattro movimenti; al registro espressivo esplicitamente pubblico corrispondono peraltro una finezza costruttiva e un senso degli equilibri formali di ragguardevole pregio. L'Allegro iniziale segue uno schema di sonata senza ritornelli di trasparente essenzialità: i chiari richiami motivici (basati su una successione ascendente di tre note) che legano il primo gruppo tematico al secondo non impediscono a quest'ultimo di ingentilire il tocco; la sezione centrale, sebbene di sostanza tematica indipendente rispetto all'esposizione, è poi un autentico sviluppo. L'Andante, dove la strumentazione è ristretta ai soli archi, emana una sorta di ingenuità maliziosa e fanciullesca così come il Trio del Menuetto. Il Presto finale, dal breve e pulsante piede metrico (3/8), delinea una struttura analoga a quella del primo movimento: da rilevare il contrasto tra modo maggiore e modo minore che caratterizza i due periodi del secondo gruppo tematico e la perizia con cui è ordito lo sviluppo sulla base di elementi del gruppo tematico principale.

Cesare Fertonani


(1) Testo tratto dallo speciale della rivista Amadeus, Ottobre 1995

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.