Glossario


Sul Dnepr

per voce e pianoforte

Musica: Modest Musorgskij
Testo: L. A. Mej (da Hajdamakij di Sevcenko)
Organico: voce, pianoforte
Composizione: 1879
Edizione: Bessel, San Pietroburgo, 1888 (revisione di Rimskij-Korsakov)
Dedica: S. P. Naumov

Musorgskij aveva fatto una prima versione nel 1866 andata perduta. Questa è la seconda versione

Testo (nota 1)

Mio profondo Dnepr, ascoltami!
Hai portato molto sangue al mare lontano, eppure non l'hai saziato.
Attendi quel giorno e vedrai, mio largo Dnepr.
L'Ucraina attende quel giorno e allora scorrerà molto sangue.
Il cosacco risusciterà gli atamani in vesti di seta e l'Ucraina vivrà come un tempo. Lontano, nella steppa, lo scettro degli avi splenderà sulle tombe e il cosacco intonerà il canto libero e forte dell'Ucraina: Tu sei libera fino al mare.
Il Dnepr ha portato lontano le ossa nemiche e il mare si è saziato.
Fermati Dnepr, ascoltami Dnepr! Presto ti placherai.


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia di Santa Cecilia,
Roma, Auditorio di Via della Conciliazione, 25 febbraio 1978

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 19 ottobre 2017
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.