Glossario



Die Frauen sind oft fromm und still (Le donne sono spesso pie e silenziose),

op. 21 n. 5

per voce e pianoforte

Musica:
Richard Strauss
Testo: Felix Dahn
Organico: voce, pianoforte
Composizione: Weimar, 20 gennaio 1890
Edizione: J. Aibl, Monaco, 1890
Dedica: alla zia Johanna Strauss

Testo (nota 1)

DIE FRAUEN SINO OFT FROMM UND STILL

Die Frauen sind oft fromm und still,
wo wir ungebärdig toben,
und wenn sich eine starken will,
dann blickt sie stumm nach. oben.
Ihr Kraft und Stärke ist gering,
ein Liiftchen kann sie knicken,
doch ists ein eignes starkes Ding,
wenn sie gen Himmel blicken.
Oft hab ich selbst mit aufgesehn,
sah die Mutter so nach oben,
ich sah mir graue Wolken gehn
und blaue Luft da droben,
sie aber, wenn sie niedersah,
war voller Kraft und Hoffen,
mir ists, die Frauen hie und da
sehn doch den  Himrneì offen.
LE DONNE SONO SPESSO DEVOTE E CALME

Spesso le donne son devote e calme,
mentre noi strepitiamo smoderatamente.
E quando una si vuole rincuorare
guarda in allto, tacendo.
La loro forza e la loro resistenza sono limitate
eppure sanno essere forti,
quando guardano verso il cielo.
Anch'io guardavo spesso insieme a lei,
quando la mamma guardava cosi, verso l'alto,
ma non scorgevo che nuvole grige, vaganti lassù nell'aria azzurra,
mentre lei, quando riabbassava lo sguardo,
era piena di energia e di speranza.
Credo che le donne, di tanto in tanto,
vedano aprirsi il cielo.
(Traduzione di Luigi Bellingardi)


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia,
Roma, Sala Accademica di via dei Greci, 1 dicembre 1970

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 21 dicembre 2016
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.