Glossario
Guida all'ascolto



A Ceremony of Carols, op. 28

Testo delle parti vocali (nota 1)

Procession Procession
Hodie Christus natus est:
hodie Salvator apparuit:
hodie in terra canunt angeli:
laetantur archangeli:
hodie exsultant justi dicentes:
Gloria in excelsis deo.
Alleluia!
Oggi è nato Cristo,
oggi è apparso il Salvatore,
oggi gli angeli cantano sulla terra,
si rallegrano gli arcangeli,
oggi esultano i giusti che dicono:
Gloria a Dio nell'alto dei cieli.
Alleluia!
Wolcum Yole! Benvenuto il Natale
Wolcum, Wolcum,
Wolcum be thou hevene king,
Wolcum Yole!
Wolcum, born in one morning,
Wolcum for whom we sail sing!
Wolcum be ye, Stevene and Jon,
Wolcum, Innocentes every one,
Wolcum, Thomas marter one,
Wolcum be ye, good Newe Yere,
Wolcum, Twelfthe Day both in fere,
Wolcum, seintes lefe and dere,
Wolcum Yole, Wolcum Yole, Wolcum!

Candelmesse,
quene of bliss,
Wolcum bothe to more and lesse.
Wolcum, Wolcum,
Wolcum be ye that are here,
Wolcum Yole!
Wolcum alle and make good cheer.
Wolcum alle another yere,
Wolcum Yole, Wolcum!
Benvenuto, benvenuto,
Benvenuto O Re divino,
Benvenuto il Natale!
Benvenuto il mattino in cui nascesti,
Benvenuto Tu che osanniamo!
Benvenuti voi Stefano e Giovanni,
Benvenuti gli Innocenti tutti.
Benvenuto Tommaso Martire,
Benvenuto il buon Anno Nuovo,
Benvenuta l'Epifania e le sue cerimonie.
Benvenuti cari santi.
Benvenuto il Natale, Benvenuto il Natale, Benvenuto!

Candelora,
regina di beatitudine,
Benvenuti grandi e umili.
Benvenuti, Benvenuti,
Benvenuti voi che siete qui,
Benvenuto il Natale!
Benvenuti tutti e fate festa.
Benvenuto a un altro anno,
Benvenuto il Natale, Benvenuto!
There is non rose Non c'è rosa
There is no rose of such vertu
As in the rose that bare Jesu.
Alleluia, Alleluia.

For in this rose conteined was
Heaven and earth in litel space.
Res miranda, res miranda.

By that rose we may well see
There be one God in persons three.
Pares forma, pares forma.

The angels sungen the shepherds to:
Gloria in excelsis Deo.
Gaudeamus, gaudeamus.

Leave we all this werldly mirth,
and follow we this joyful birth.
Transeamus, transeamus.
Alleluia, res miranda,
Pares forma, gaudeamus,
Transeamus.
Won c'è rosa di tale virtù
Come la rosa che generò Gesù.
Alleluia, Alleluia.

Perché questa rosa racchiudeva in sé
Cielo e terra.
Res miranda, res miranda.

In quella rosa noi possiamo ben ammirare
Dio come uno e trino.
Pares forma, pares forma.

Gli angeli cantavano ai pastori:
Gloria in excelsis Deo.
Gaudeamus, gaudeamus.

Sìa pure con esultanza terrena,
assistiamo a questa gioiosa nascita.
Transeamus, transeamus.
Alleluia, res miranda,
Pares forma, gaudeamus,
Transeamus.
That yongë child Quel giovane bambino
That yonge child when it gan weep
with song she lulled him asleep:
that was so sweet a melody
it passed alle minstrelsy.
The nightingale sang also:
her song is hoarse and nought thereto:
whoso attendeth to her song
and leaveth the first then doth he wrong.
Quando l'Infante comincia a piangere
Lei lo culla cantando:
una melodia così soave da
strabiliare i menestrelli.
Anche l'usignolo cantava: ma in confronto
il suo canto era rauco:
chiunque ascolti la sua canzone
e non la prima sbaglia.
Balulalow Balulalow
O my deare hert, young Jesu sweit,
Prepare thy creddil in my spreit.
And I sail rock thee to my hert,
And never mair from thee depart.

But I sail praise thee evermoir
With sanges sweit unto thy gloir;
The knees of my hert sail I bow,
And sing that richt Balulalow!
O mio carissimo, dolce giovane Gesù,
Prepara la tua culla nel mio spirito,
E io ti cullerò nel mio cuore per
Non lasciarti mai più.

E ti loderò per l'eternità
Con soavi canti alla tua gloria;
Piegherò le ginocchia del mio cuore,
E canterò quel Balulalow!
As dew in Aprille Come rugiada in Aprile
I sing of a maiden
that is makèles:
King of all kings
to her son she ches.

He came al so stille
there his moder was,
As dew in Aprille
that falleth on the grass.

He came al so stille
to his moder's bour,
As dew in Aprille
that falleth on the flour.

He came al so stille
there his moder lay,
As dew in Aprille
that falleth on the spray.

Moder and mayden
was never none but she:
Well may such a lady
Goddes moder be.
Canto una fanciulla
che è senza pari:
per il Re di tutti i re,
il suo figlio, ella fu scelta.

Venne Egli silente
dove sua madre era accampata,
Come rugiada in Aprile
che cade sull'erba.

Venne Egli silente
alla dimora di sua madre,
Come rugiada in Aprile
che cade sul fiore.

Venne Egli silente
dove sua madre giaceva.
Come rugiada in Aprile
che cade sul ramoscello.

Madre e vergine
fu solo lei:
una simile donna
non poteva che essere la madre di Dio.
This little Babe Questo piccolo bambino
This little Babe so few days old,
is come to rifle Satan's fold;
All hell doth at his presence quake,
though he himself for cold do shake;
For in this weak unarmed wise
the gates of hell he will surprise.

With tears he fights and wins the field,
His naked breast stands for a shield;
His battering shot are babish cries.
His arrows looks of weeping eyes.
His martial ensigns Cold and Need,
and feeble Flesh his warrior's steed.

His camp is pitched in a stall,
His bulwark but a broken wall;
The crib his trench, haystalks his stakes;
of shepherds he his muster makes;
And thus, as sure his foe to wound,
the angels' trumps alarum sound.

My soul, with Christ join thou in fight;
stick to the tents that he hath pight.
Within his crib is surest ward;
this little Babe will be thy guard.
If thou wilt foil thy foes with joy
then flit not from this heavenly Boy.
Questo piccolo Bambino di solo pochi giorni,
è venuto per sgominare il caprile di Satana;
Tutto l'inferno alla sua presenza freme,
benché egli stesso dal freddo tremi;
debole, disarmatoù
abbatterà le porte dell'inferno.

Con lacrime combatte e vince la battaglia,
Il suo petto nudo uno scudo;
Mazzate i suoi lamenti infantili,
Freccie gli sguardi dei suoi occhi piangenti,
Le sue insegne marziali il Freddo e il Bisogno,
la debole Carne il suo destriero.

Il suo accappamento una stalla,
Il suo bastione un muro diroccato;
Una mangiatoia la sua trincea, i gambi d'aveno la sua palizzata;
per schiera aduna i pastori;
E per marciare contro il nemico,
suonano l'allarme le trombe degli angeli.

Mia anima, con Cristo unisciti in battaglia;
usa le difese che Egli ha eretto.
Dentro la sua mangiatoia v'è la più sicura protezione;
questo piccolo Bambino sia ìa tua guardia.
Se tu desideri sconfiggere tuoi nemici con gioia,
allora non disertare questo Fanciullo divino.
In freezing winter night
Behold, a silly tender babe,
in freezing winter night,
In homely manger trembling lies.
Alas, a piteous sight!

The inns are full; no man will yield
This little pilgrim bed.
But forced he is with silly beasts
in crib to shroud his head.

This stable is a Prince's court,
this crib his chair of State;
The beasts are parcel of his pomp,
the wooden dish his plate.

The persons in that poor attire
His royal liveries wear;
The Prince himself is come from heaven;
This pomp is prized there.

With joy approach, O Christian wight,
Do homage to thy King;
And highly praise his humble pomp,
wich he from Heaven doth bring.
Scorgi, un inerme bimbo in fasce,
che nella notte gelida d'inverno,
nella semplice mangiatoia giace tremolante.
Ahimè, che vista pietosa!

Le locande sono gremite; nessun uomo cederà
un letto a questo piccolo pellegrino.
Ed egli è costretto con umili animali
a poggiare la sua testa in una mangiatoia.

Ma questa stalla è la corte di un Principe,
questa mangiatoia il suo trono;
Gli animali il suo fasto,
una ciotola di legno il suo piatto.

Le persone con vesti dimesse
portano la sua livrea regale;
II Principe stesso è venuto dal Cielo;
Questo fasto è altamente stimato lassù.

Avvicinati con gioia. O creatura Cristiana,
Rendi omaggio al tuo Re;
E loda altamente il suo umile fasto,
che egli porta dal Celo.
Spring Carol Canto di primavera
Pleasure it is
to hear iwis,
the Birdes sing.

The deer in the dale,
the sheep in the vale,
the corn springing.

God's purveyance
for sustenance,
It is for man, it is for man.

Then we always
to give him praise,
And thank him than.
È una gioia
davvero ascoltare,
gli Uccelli cantare.

I cervi sui colli,
le pecore nella valle,
il grano che spunta.

La grazia di Dio
per il nostro sostentamento,
È per l'uomo, è per l'uomo.

Per ciò noi sempre dobbiamo
rendere gloria a Lui,
RingraziandoLo.
Deo gracias - Adam lay ibounden Deo gracias - Adam giaceva incatenato
Deo gracias! Deo gracias!
Adam lay ibounden,
bounden in a bond;
Four thousand winter
thought he not too long.

Deo gracias! Deo gracias!
And all was for an appil,
an appil that he tok,
As clerkes finden
written in their book.

Deo gracias! Deo gracias!
Ne had the appil takè ben,
the appil takè ben,
Ne hadde never our lady
a ben hevene quene.

Blessed be the time
that appil takè was.
Therefore we moun singen.
Deo gracias! Deo gracias!
Deo gracias! Deo gracias!
Adam giaceva incatenato,
per un patto non rispettato.
Quattro mila inverni
non parvero a lui troppo lunghi.

Deo gracias! Deo gracias!
E tutto per una mela,
una mela che egli aveva preso,
Come gli studenti trovano
scritto nei loro libri.

Deo gracias! Deo gracias!
Se la mela non fosse stata presa,
non fosse stata presa,
La nostra Signora non sarebbe certo divenuta
la Regina del Cielo.

Benedetto sia il momento in cui
quella mela fu presa.
Quindi dobbiamo cantare
Deo gracias! Deo gracias!
Recession Recession
Hodie Christus natus est:
hodie Salvator apparuit:
hodie in terra canunt angeli:
laetantur archangeli
hodie exsultant justi dicentes:
Gloria in excelsis Deo.
Alleluia!
Oggi è nato Cristo,
oggi è apparso il Salvatore,
oggi gli angeli cantano sulla terra,
si rallegrano gli arcangeli,
oggi esultano i giusti che dicono:
Gloria a Dio nell'alto dei deli.
Alleluia!
(traduzioni dall'inglese di Anne Ricotti)


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia di Santa Cecilia,
Roma, Auditorio di via della Conciliazione, 10 gennaio 2003

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 31 gennaio 2014
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sitohttp://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.